IndiceIndice  Lista UtentiLista Utenti  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Condividere | 
 

 SRING

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Camilla_melissa

avatar

Femminile
Numero di messaggi : 1119
Data d'iscrizione : 03.11.15

MessaggioTitolo: SRING Lun 7 Mar - 13:15:29

[rp]
Citazione :
Recognition of the Kingdom of the Two Sicilies

We, Adala Borgia, Regent of the Sacrum Romanorum Imperium Nationis Germanicae, recognize:


- the Kingdom of the Two Sicilies as an independent and sovereign State;
- the Parliament of the Kingdom of the Two Sicilies;
- the elected Sovereign, the Foreign Minister, the Chancellor
- all the other State's Departments, legally recognized by the Parliament.

We, Aliseo della Brunetta, VIII Sovereign of the Two Sicilies and We, Adala Borgia, Regent of the Sacrum Romanorum Imperium Nationis Germanicae recognize that the Kingdom of the Two Sicilies and the Sacrum Romanorum Imperium Nationis Germanicae are united by a bond of friendship, respect and cooperation, hoping that this relation will survive over years.

After this recognition another treaty on the Embassies and the Legal Cooperation will follow.

The present Treaty is written in three versions, one in Italian, one in English and one in French. The three versions have the same value and effects.

Signed in Naples on March 27th, 1460

In the name of Kingdom of the Two Sicilies:

The Queen, Aliseo
della Brunetta, VIII Sovereign of the Two Sicilies,




The Foreign Minister, Seeligford Dieter Rimmster Monforte des Friederichs
,



The Chancellor, Roberto d'Avalos, called Fosco della Bruna,




In the name of the Sacrum Romanorum Imperium Nationis Germanicae

The Regent Adala Borgia,




The Chancellor Flavien-Charles Galanodel,





[/rp]

[rp]
Citazione :

Riconoscimento del Regno delle Due Sicilie

Noi , Adala Borgia, Reggente del Sacro Romano Impero delle Nazioni Germaniche, riconosciamo:


- Il Regno delle Due Sicilie, come stato sovrano ed indipendente;
- Il Parlamento del Regno delle Due Sicilie;
- Il Sovrano eletto, il Ministro degli Esteri, il Cancelliere
- Qualunque altra carica ufficialmente riconosciuta dal Parlamento.

Noi, Aliseo dell Brunetta, VIII Sovrano delle Due Sicilie riconosciamo che:


- Alla luce di questo trattato il Regno delle Due Sicilie ed il Sacro Romano Impero delle Nazioni Germaniche sono uniti da un vincolo di amicizia, rispetto e collaborazione reciproca, nella speranza di veder nascere solide relazioni fra i due stati.

A questo riconoscimento seguirà un trattato sullo Statuto degli Ambasciatori e sulla Cooperazione Giudiziaria.

Il presente trattato è redatto in tre versioni, una italiana, una in inglese e una francese. Le tre versioni hanno lo stesso valore ed efficacia.

Firmato a Napoli il 27 Marzo dell'a.A. 1460

In nome del Regno delle Due Sicilie:

La Regina Aliseo della Brunetta, VIII Sovrano delle Due Sicilie,




Il Ministro degli Esteri, Seeligford Dieter Rimmster Monforte des Friederichs



Il Cancelliere Roberto d'Avalos, detto Fosco della Bruna





In Nome del Sacro Romano Impero delle Nazioni Germaniche

La Reggente Adala Borgia,




Il Cancelliere Flavien-Charles Galanodel,




[/rp]

[rp]
Citazione :
Reconnaissance du Royaume des Deux-Sicile

Nous, Adala Borgia, Régente du Sacrum Romanorum Imperium Nationis Germanicae, reconnaissons:


- le Royaume des Deux-Sicile comme un État indépendant et souverain,
- le Parlement du Royaume des Deux-Sicile,
- le Souverain élu, le Ministre des Affaires étrangères, le Chancelier,
- tous les autres Services d'État, légalement reconnus par le Parlement.

Nous, Aliseo della Brunetta, VIII Souveraine des Deux-Sicile et Nous, Adala Borgia, Régente du Sacrum Romanorum Imperium Nationis Germanicae reconnaissons que le Royaume des Deux-Sicile et le Sacrum Romanorum Imperium Nationis Germanicae sont unis par un lien d'amitié, de respect et de coopération, et espérons que cette relation survivra au temps.

Après cette reconnaissance, suivront un Traité d'Ambassade et un Traité de Coopération Judiciaire.

Le présent traité est rédigé en trois version, l'une anglaise, l'une italienne et l'une française. Les trois versions ont même valeur et effet.
Signé à Naples, le 27 de Mars 1460

Au nom du Royaume des Deux-Sicile :

La Reine, Aliseo
della Brunetta, VIII Souveraine des Deux-Sicile,




Le Ministre des Affaires étrangères, Seeligford Dieter Rimmster Monforte des Friederichs
,



Le Chancelier, Roberto d'Avalos, dict Fosco della Bruna,




Au nom du Sacrum Romanorum Imperium Nationis Germanicae

La Régente, Adala Borgia,




Le Chancelier, Flavien-Charles Galanodel,





[/rp]


[rp]
Citazione :
Recognition of the Sacrum Romanorum Imperium Nationis Germanicae

We, Aliseo della Brunetta, VIII Sovereign of the Two Sicilies, recognize:


- the Sacrum Romanorum Imperium Nationis Germanicae as an independent and sovereign State;
- the Holy Emperor, his administrations and Councillors.

We, Aliseo della Brunetta, VIII Sovereign of the Two Sicilies, and We, Adala Borgia, Regent of the Sacrum Romanorum Imperium Nationis Germanicae, recognize that the Sacrum Romanorum Imperium Nationis Germanicae and the Kingdom of the Two Sicilies are united by a bond of friendship, respect and cooperation, hoping that this relation will survive over years.

After this recognition another treaty on the Embassies and the Legal Cooperation will follow.

The present Treaty is written in three versions, one in Italian, one in English and one in French. The three versions have the same value and effects.

Signed in Neaples on March 27th, 1460

In the name of the Sacrum Romanorum Imperium Nationis Germanicae

The Regent Adala Borgia,




The Chancellor Flavien-Charles Galanodel,








In the name of Kingdom of the Two Sicilies:

The Queen, Aliseo [/i]della Brunetta, VIII Sovereign of the Two Sicilies,




The Foreign Minister, Seeligford Dieter Rimmster Monforte des Friederichs
,



The Chancellor, Roberto d'Avalos, called Fosco della Bruna,


[/rp]

[rp]
Citazione :
Riconoscimento del Sacro Romano Impero delle Nazioni Germaniche

Noi , Aliseo della Brunetta, VIII Sovrano delle Due Sicilie riconosciamo:


- Il Sacro Romano Impero delle Nazioni Germaniche come stato sovrano ed indipendente;
- Il Sacro Imperatore, le sue amministrazioni ed i suoi Cosiglieri

Noi , Adala Borgia, Reggente del Sacro Romano Impero delle Nazioni Germaniche, e Noi, Aliseo della Brunetta, VIII Sovrano delle Due Sicilie, riconosciamo che, alla luce di questo trattato, il Sacro Romano Impero delle Nazioni Germaniche ed il Regno delle Due Sicilie sono uniti da un vincolo di amicizia, rispetto e collaborazione reciproca, nella speranza di veder nascere solide relazioni fra i due stati.

A questo riconoscimento seguirà un trattato sullo Statuto degli Ambasciatori e sulla Cooperazione Giudiziaria.

Il presente trattato è redatto in tre versioni, una italiana, una in inglese e una francese. Le tre versioni hanno lo stesso valore ed efficacia.

Firmato a Napoli il 27 Marzo dell'a.A. 1460

In Nome del Sacro Romano Impero delle Nazioni Germaniche


The Regent Adala Borgia,




The Chancellor Flavien-Charles Galanodel,







In nome del Regno delle Due Sicilie:

La Regina Aliseo della Brunetta, VIII Sovrano delle Due Sicilie,




Il Ministro degli Esteri, Seeligford Dieter Rimmster Monforte des Friederichs



Il Cancelliere Roberto d'Avalos, detto Fosco della Bruna


[/rp]

[rp]
Citazione :
Reconnaissance du Sacrum Romanorum Imperium Nationis Germanicae


Nous, Aliseo della Brunetta, VIII Souveraine des Deux-Sicile, reconnaissons:


- le Sacrum Romanorum Imperium Nationis Germanicae comme un État indépendant et souverain,
- le Saint Empereur, Ses administrations, Ses Conseillers.

Nous, Aliseo della Brunetta, VIII Souveraine des Deux-Sicile et Nous, Adala Borgia, Régente du Sacrum Romanorum Imperium Nationis Germanicae reconnaissons que le Royaume des Deux-Sicile et le Sacrum Romanorum Imperium Nationis Germanicae sont unis par un lien d'amitié, de respect et de coopération, et espérons que cette relation survivra au temps.

Après cette reconnaissance, suivront un Traité d'Ambassade et un Traité de Coopération Judiciaire.

Le présent traité est rédigé en trois version, l'une anglaise, l'une italienne et l'une française. Les trois versions ont même valeur et effet.
Signé à Naples, le 27 de Mars 1460

Au nom du Sacrum Romanorum Imperium Nationis Germanicae

La Régente, Adala Borgia,




Le Chancelier, Flavien-Charles Galanodel,






Au nom du Royaume des Deux-Sicile :

La Reine, Aliseo
della Brunetta, VIII Souveraine des Deux-Sicile,




Le Ministre des Affaires étrangères, Seeligford Dieter Rimmster Monforte des Friederichs
,



Le Chancelier, Roberto d'Avalos, dict Fosco della Bruna,



[/rp]

_________________
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Nephti

avatar

Femminile
Numero di messaggi : 2261
Località : Tagliacozzo
Data d'iscrizione : 12.11.15

MessaggioTitolo: Re: SRING Sab 28 Mag - 0:19:49

Italian ha scritto:
Trattato di amicizia tra il Regno delle Due Sicilie e il Sacro Romano Impero delle Nazioni Germaniche.


Primo titolo: Sul mutuo rispetto

Articolo 1: Il Regno delle Due Sicilie riconosce la piena ed inalienabile sovranità del Santo Romano Imperatore, eletto di diritto fino alla sua morte, sui territori del Sacro Romano Impero delle Nazioni Germaniche

Articolo 2: Il Sacro Romano Impero delle Nazioni Germaniche riconosce la piena ed inalienabile sovranità del Monarca Duosiciliano, eletto di diritto fino alla sua morte, sui territori del Regno delle Due Sicilie.

Articolo 3: La Corona Imperiale e la Corona del Regno delle Due Sicilie si impegnano a rispettare reciprocamente i diritti inerenti alla Sovranità che comprende il potere esclusivo di costituire regole e leggi, di esercitare la giustizia e di ricorrere alla forza entro i limiti degli impegni convenzionalmente stabiliti. I firmatari si impegnano a rispettare tutte le nomine, gli aggiornamenti, le nobilitazioni stabiliti dal Sovrano legittimo o dai loro rappresentanti nell'altra Parte.

Articolo 4: La Corona Imperiale e il Regno delle Due Sicilie si impegnano vicendevolmente nel mutuo rispetto dei loro regimi politici in rispetto dei diritti dei loro popoli.

Articolo 5: Sulla base di questo mutuo riconoscimento, entrambe le Parti si impegnano a rispettare la dignità legata a ciascuno di loro e di trattarsi alla pari.


Secondo titolo: Sull'amicizia

Articolo 6: La Corona Imperiale e la Corona del Regno delle Due Sicilie si offrono a vicenda pace e sincera amicizia; faranno tutto quanto è in loro potere per garantire che le Parti contraenti provvedano affinché questa amicizia sia mantenuta.

Articolo 7: Sarà evitato tutto ciò che può alterare questa amicizia, d'altra parte saranno promosse le relazioni culturali, economiche e diplomatiche tra i territori di entrambe le Parti.

Articolo 8: Le Parti contraenti riconoscono l'amicizia che le unisce e si impegnano a non creare problemi al firmatario dell'altro territorio con nessun mezzo.


Terzo titolo: Sulla cooperazione giudiziaria

Articolo 9: Ogni individuo che abbia commesso un'offesa o un crimine nei confronti della legge e delle regole vigenti nel territorio di uno dei due contraenti dovrà, su domanda, essere ricercato e preso, successivamente, con decisione fatta di comune accordo, estradato oppure messo a giudizio dalle autorità giudiziarie sul territorio del quale l'individuo sia stato arrestato (detta autorità giudiziaria richiedente).

Articolo 10: Il comune accordo prevede una piena cooperazione tra procuratori e giudici dei due Paesi, in modo che l'accusato riceva lo stesso giudizio che avrebbe ricevuto nel caso non fosse fuggito alla giustizia del contraente ricorrente (sul territorio del quale ha avuto luogo l'infrazione), essendo il giudizio svolto per e da delegazione del contraente che ha emesso la richiesta (chiamato richiedente).

Articolo 11: La Corona Imperiale e la Corona Reale delle Due Sicilie, con il presente trattato, garantiscono la reciproca e piena cooperazione nello scambio continuo di informazioni di natura economica, politica e militare.
Sarà responsabilità degli Ambasciatori di entrambe le parti mantenere un elenco aggiornato dei criminali presenti sul proprio territorio e la comunicazione tempestiva delle Black List e dei pericoli in mare.


Quarto titolo: Sul mutua assistenza

Articolo 12:La Corona Imperiale e la Corona Reale delle Due Sicilie, con il presente trattato, garantiscono il reciproco sostegno in caso di conflitto, via terra o via mare, con un altro Regno o con un gruppo di eretici o con mercenari e pirati, nella loro disponibilità di risorse umane e di materiali, valutando caso per caso.

Articolo 13 Se un contraente è attaccato e invaso, qualunque sia il soggetto aggressore, l'altro contraente deve portare aiuto al primo, se da esso richiesto. Tale aiuto deve essere necessariamente portato attraverso tutti i mezzi politici, diplomatici, economici e militari che la parte aggredita dovesse richiedere, compatibilmente con lo stato delle disponibilità dell'altra parte contraente. Qualora un contraente sia attaccato da un Regno terzo, l'altro contraente si impegna, se il firmatario attaccato lo richiede, a dichiarare guerra al Regno aggressore entro giorni 5 ( cinque ) dalla data dell'attacco.
Le parti contraenti si impegnano a coordinare le loro azioni per la risoluzione di un conflitto che oppone un firmatario ad una parte terza.
Qualora uno dei Territori firmatari sia il primo a dichiarare guerra ad un Regno terzo, la parte contraente ha facoltà di acconsentire o negare una richiesta di aiuto.

Articolo 14
a) La Corona Imperiale e la Corona Reale delle Due Sicilie, concedono il diritto di libera circolazione ai cittadini dell'altra parte contraente, purché la libera circolazione sia pacifica e rispettosa delle leggi.
Il Sacro Romano Impero e il Regno delle Due Sicilie possono chiedere un'autorizzazione per il passaggio di un proprio esercito sul territorio dell'altro.

b) In caso di chiusura delle frontiere, di una delle parti contraenti, i cittadini imperiali o duosiciliani che vorranno entrare nei confini dell'altro, dovranno richiedere un regolare permesso alle autorità competenti delle singole Province.

c) La Corona Imperiale e la Corona Reale delle Due Sicilie si impegnano a non concedere l’accesso sul proprio territorio a eserciti o gruppi armati privati o di Paesi che sono in conflitto con la controparte. Si impegnano inoltre a non prestare aiuto di alcun tipo (né economico, né diplomatico, né militare) ai terzi in conflitto con la controparte.


Quinto titolo: Sulla diplomazia

Articolo 15: L'ambasciata del Regno delle Due Sicilie nel Sacro Romano Impero è considerata territorio sovrano del Regno delle Due Sicilie.
L'ambasciata del Sacro Romano Impero nel Regno delle Due Sicilie è considerata territorio sovrano del Sacro Romano Impero.

Articolo 16
a) Il Corpo Diplomatico del Regno delle Due Sicilie, composto dal Re, dai Governatori, dal Ministro degli Esteri, dal Cancelliere, dal Vice Ministro, dal Segretario di Legazione, dall'Ambasciatore e dal Console, dispone dell'immunità diplomatica su tutto il territorio definito appartenente al Sacro Romano Impero.
Il Corpo Diplomatico del Sacro Romano Impero, composto dal Sacro Romano Imperatore, dal Cancelliere Imperiale, dai Vice Cancellieri Imperiali e dall'Ambasciatore Imperiale dispone dell'immunità diplomatica su tutto il territorio definito appartenente al Regno delle Due Sicilie.

b) Il Regno delle Due Sicilie può dichiarare un membro del Corpo Diplomatico del Sacro Romano Impero, esclusi il Sacro Romano Imperatore e il Cancelliere Imperiale, "persona non grata".
Ciò comporta il decadimento per tale membro dello status di rappresentante diplomatico nel Regno delle Due Sicilie.
Il Sacro Romano Impero può dichiarare un membro del Corpo Diplomatico del Regno delle Due Sicilie, esclusi il Re e il Ministro degli Esteri, "persona non grata". Ciò comporta il decadimento per tale membro dello status di rappresentante diplomatico nel Sacro Romano Impero.

c) Per immunità diplomatica si intende una situazione giuridica soggettiva privilegiata riconosciuta e garantita a taluni soggetti in considerazione della loro posizione e funzione istituzionale. Gli effetti delle immunità sono riconducibili alla non processabilità per tutti i reati esclusi quelli previsti dal comma seguente:


  • c.1 Per i reati quali la compravendita di ingenti merci sul territorio della provincia ospite senza previa autorizzazione, il brigantaggio, l’assalto ai Municipi o l’assalto al Castello della Capitale, i rappresentanti diplomatici di entrambi i territori rimangono processabili e saranno giudicati secondo le leggi in vigore nella provincia ospite.


Articolo 17
a) Il Regno delle Due Sicilie autorizza la libera circolazione su tutto il suo territorio da parte del Corpo Diplomatico del Sacro Romano Impero.
Il Sacro Romano Impero autorizza la libera circolazione su tutto il suo territorio da parte del Corpo Diplomatico del Regno delle Due Sicilie.

b) In caso di chiusura delle Frontiere di una delle parti contraenti, il Corpo Diplomatico dovrà dare conferma della propria presenza al Prefetto e al Capitano della Provincia ospitante, che altresì dovranno assicurare l’incolumità dei Diplomatici stranieri.
Il Corpo diplomatico prima di compiere ogni azione deve ricevere una lettera di avvenuta lettura della comunicazione.

c) Sarà permesso al Console duosiciliano, previo consulto con il Cancelliere Imperiale e il Vice Cancelliere del Sacro Romano Impero, aprire un Consolato nella Sale della Cancelleria Imperiale, ove verranno pubblicate le informazioni e le comunicazioni più importanti dal Regno delle Due Sicilie. Il Consolato è anche il luogo in cui i cittadini del Regno delle Due Sicilie possono richiedere aiuto in caso di problemi con lo stato in cui si trovano.

Sarà permesso all'Ambasciatore Imperiale, previo consulto con il Sovrano delle Due Sicilie e del Ministro degli Esteri, aprire un Consolato nella Sale della Cancelleria Reale, ove verranno pubblicate le informazioni e le comunicazioni più importanti del Sacro Romano Impero. Il Consolato è anche il luogo in cui i cittadini imperiali possono richiedere aiuto in caso di problemi con lo stato in cui si trovano.


Articolo 18
a) Il Regno delle Due Sicilie si impegna a proteggere e ad aiutare il Corpo Diplomatico del Sacro Romano Impero su tutto il suo territorio e in ogni situazione.
Il Sacro Romano Impero si impegna a proteggere e ad aiutare il Corpo Diplomatico del Regno delle Due Sicilie su tutto il suo territorio e in ogni situazione.

b) La persona del rappresentante diplomatico è considerata inviolabile. Qualsiasi attacco contro di essa o una mancata adeguata protezione da parte della provincia ospitante costituisce una grave offesa alla controparte.


Sesto titolo: Sul rispetto del trattato

Articolo 19: Il Regno delle Due Sicilie e il Sacro Romano Impero delle Nazioni Germaniche devono rispettare tutte le disposizioni di questo trattato in buona fede. Esso ha valore diretto in entrambi i sistemi giudiziari e può essere riferito a chiunque.

Articolo 20: Il mancato rispetto del presente trattato può autorizzare la controparte ad invalidarlo, uscendo quindi dai propri obblighi. L'annullamento del trattato sarà preso in considerazione solo a seguito di comunicazione pubblica alla controparte con
annesse motivazioni.


Letto, approvato e firmato a Strasburgo, il 7 Maggio nell'anno di Grazia MCDLXIV


Per il Sacro Romano Impero delle Nazioni Germaniche


Imperatore del Glorioso Sacrum Romanorum Imperium Nationis Germanicæ




Ruggero Cesare von Frundsberg
Cancelliere del Sacro Romano Impero delle Nazioni Germaniche




Letto, approvato e firmato a Napoli, il 17 Maggio nell'anno di Grazia MCDLXIV


Per il Regno delle Due Sicilie

Sua Maestà la Regina

Ayla Nejla Dalia Sforza


Il Ministro degli Esteri

Camilla Melissa



Il Real Primo Ministro

Elric Engelbrektsson Vasa



L'Ambasciatore del Regno delle Due Sicilie

Ginevra Nerissa Lannister Aleramica del Vasto





English ha scritto:
Treaty of friendship between the Kingdom of the Two Sicilies and the Sacrum Romanorum Imperium Nationis Germanicae.


First Title: About mutual respect

Article 1: The Kingdom of the Two Sicilies recognizes the full and inalienable sovereignty of the Holy Roman Emperor, that was rightly elected, until their death, on the territory of the Sacrum Romanorum Imperium Nationis Germanicae.

Article 2: The Sacrum Romanorum Imperium Nationis Germanicae recognizes the full and inalienable sovereignty of the King, that was rightly elected, until their death, on the territory of the Kingdom of the Two Sicilies.

Article 3: The Imperial Crown and the Crown of the Kingdom of the Two Sicilies commit themselves to mutually respecting the rights which are inherent to sovereignty that are the exclusive power to build rules, the exclusive power to do justice, the exclusive power to resort to force within the limitations of conventional commitments. The signatories commit themselves to respecting any nominations, upgrades, ennoblements decided by the legitimate sovereign or their representatives of the other side.

Article 4: The Imperial Crown and the Kingdom of the Two Sicilies commit themselves to mutually respecting the political regimes in respecting the rights of the peoples.

Article 5: On the basis of this common recognition, both parts commit themselves to respecting the dignity linked to each of them and to treat each other as equals.


Second title: About friendship

Article 6: The Imperial Crown and the Crown of the Kingdom of the Two Sicilies offer each other peace and true friendship; they will do everything to ensure that the Contracting Parties shall ensure that this friendship is maintained.

Article 7: It will be avoided anything that could alter this friendship, instead cultural, economic and diplomatic relations will be promoted between their territories.

Article 8: The Contracting Parties recognize the friendship that unites them, and undertake not to create trouble on the other signatory's territory by any means whatsoever.

Third title: About mutual cooperation

Article 9: Everyone who has committed an offence or a crime against the Law and Rules applicable to the territory of either Contracting Parties, upon request, must be sought and captured. Later with the decision made by mutual agreement, extradited or put to trial by the judicial authorities on the territory which the individual has been arrested (called requesting court).

Article 10: The agreement provides for a full cooperation between prosecutors and the judges of both countries so that the accused receives the same judgment that he would have received if he had not escaped to justice of the contractor recurring (in whose territory the offense occurred), since the judgement will be spelled for and by a judicial delegation of the Contractor who issued the request (called applicant).

Article 11: The Imperial Crown and the Royal Crown of the Two Sicilies, with this Treaty, ensure the full and reciprocal cooperation in the continuous exchange of economic, political and military information.
It will be the responsibility of the Ambassadors of both parties to maintain an updated list of criminals on their territory and the timely communication of Black List and dangers in sea.


Fourth title: About mutual assistance

Article 12: The Imperial Crown and the Royal Crown of the Two Sicilies, with this Treaty, provide mutual support in case of conflict, by land or by sea, with another Kingdom or with a group of heretics or with mercenaries and pirates, in their availability of human resources and materials, valued case by case.

Article 13 If a contractor is attacked and invaded, whatever is the subject aggressor, the other contractor must bring help to the first, if it is required. This help must necessarily be carried by all means, political, diplomatic, economic and military that the attacked party should require, compatibly with the status of availability of the other Contracting Party. If one party is attacked by an another Kingdom, the other contractor agrees, if the signer attacked require it, to declare war on the Kingdom aggressor within days five (5) from the date of the attack.

The Contracting Parties undertake to coordinate their actions for the resolution of a conflict between a signatory and a third party.
If one of signatory Territories is the first to declare war to an another Kingdom, the contracting party is entitled to consent or deny a request for help.


Article 14
a) The Imperial Crown and the Royal Crown of the Two Sicilies, grant the right to free movement to citizens of the other Contracting Party, if that free movement is peaceful and respectful of the law.
The Holy Roman Empire and the Kingdom of the Two Sicilies may seek authorization for the passage of an own army in the territory of the other Contracting Party.

b) In case of closure of borders, of one of the contracting parties, the imperial citizens or citizens of the Two Sicilies, who want to enter in the boundaries of other party, must require a valid permit to the competent authority of the individual provinces.

c) The Imperial Crown and the Royal Crown of the Two Sicilies undertake to not grant access on own territory to armies or armed groups of private or of countries that are in conflict with the other party. Also they agree to not render help of any kind (either economic or diplomatic or military) to third parties in conflict with the other party.


Fifth title: About diplomacy

Article 15: The Embassy of the Kingdom of Two Sicilies in the Holy Roman Empire is considered sovereign territory of the Kingdom of the Two Sicilies.
The embassy of the Holy Roman Empire in the Kingdom of the Two Sicilies is considered sovereign territory of the Holy Roman Empire.

Article 16
a) The Diplomatic Corps of the Kingdom of the Two Sicilies, composed by the King, by the Governors, the Minister of Foreign Affairs, the Chancellor, the Vice Minister, the Secretary of Legation, the Ambassador and the Consul, has diplomatic immunity on the whole territory belonging to the Holy Roman Empire.
The Diplomatic Corps of the Holy Roman Empire, composed by the Holy Roman Emperor, the Imperial Chancellor, the Imperial Vice Chancellors and Imperial Ambassador has diplomatic immunity on the whole territory belonging to the Kingdom of the Two Sicilies.

b) The Kingdom of the Two Sicilies may declare a member of the Diplomatic Corps of the Holy Roman Empire, except the Holy Roman Emperor and the Imperial Chancellor, "unwelcome person."
This involves the decay of the diplomatic representative status, for this member, in the Kingdom of Two Sicilies.
The Holy Roman Empire may declare a member of the Diplomatic Corps of the Kingdom of the Two Sicilies, except the King and the Minister of Foreign Affairs, "unwelcome person".
This causes the loss for that Member of the diplomatic representative status in the Holy Roman Empire.


c) For diplomatic immunity it means a subjective legal situation privileged recognized and guaranteed in certain subjects in view of their position and institutional role. The immunities effects are attributable to the non-processability for all crimes except those provided by the following paragraph:


  • c.1 For crimes such as the trades of large goods on the territory of the host province, without prior authorization, the robbery, the assault to the municipalities or the assault on the Castle of the Capital, the diplomatic representatives of both territories remain actionable and will be judged according to the law in force of the host province.


Article 17
a) The Kingdom of the Two Sicilies authorizes the free movement throughout its whole territory by the Diplomatic Corps of the Holy Roman Empire.
The Holy Roman Empire authorizes free movement throughout its whole territory by the Diplomatic Corps of the Kingdom of the Two Sicilies.

b) In case of closure of the Frontiers of one of the Contracting Parties, the Diplomatic Corps must confirm its presence to the Prefect and the Captain of the host Province, which they also have to ensure the safety of foreign diplomats.
The Diplomatic Corps, before making any action, must receive a letter of communication occurred reading.


c) It will be allowed to the Consul of the Kingdom of Two Sicilies, after consultation with the Imperial Chancellor and the Vice Chancellor Imperial of the Holy Roman Empire, open a Consulate in the Halls of Imperial Chancellery, where there will be published the information and most important communications from the Kingdom of the Two Sicilies. The Consulate is also the place where citizens of the Kingodm of Two Sicilies can ask for help in case of problems with the state in which they are located.

It will be allowed to the Ambassador of the Holy Roman Empire, after consultation with the King of the Kingdom of Two Sicilies and Minister of Foreign Affairs, open a Consulate in the Halls of Royal Chancellery, where there will be published the information and most important communications from the Holy Roman Empire. The Consulate is also the place where citizens of the Holy Roman Empire can ask for help in case of problems with the state in which they are located.

Article 18
a) The Kingdom of the Two Sicilies is committed to protecting and helping the Diplomatic Corps of the Holy Roman Empire on the whole territory and in every situation.
The Holy Roman Empire is committed to protecting and helping the Diplomatic Corps of the Kingdom of the Two Sicilies on the whole territory and in every situation.

b) The person of the diplomatic representative is considered inviolable. Any attack against it or in the absence of adequate protection by the host province, constitutes a grave offense to the counterparty


Sixth title: About the respect of the treaty

Article 19: The Kingdom of the Two Sicilies and the Sacrum Romanorum Imperium Nationis Germanicae have to respect the whole dispositions of this treaty in good faith. It has a direct worth in both judicial systems and can be referred to by anyone.


Articolo 20 Failure to respect this Treaty may authorize the other party to invalidate it, coming out therefore from its own obligations. The annulment of the Treaty will be taken into consideration only following a public communication to the counterparty, with related motivations.

Read, approved and signed in Strasbourg the 7th day of May MCDLXIV

For the Sacrum Romanorum Imperium Nationis Germanicae


Imperatore del Glorioso Sacrum Romanorum Imperium Nationis Germanicæ




Ruggero Cesare von Frundsberg
Cancelliere del Sacro Romano Impero delle Nazioni Germaniche



Read, approved and signed in Naples on the 17th day of May MCDLXIV


For the Kingdom of the Two Sicilies

Her Majesty, the Queen

Ayla Nejla Dalia Sforza


The Minister of Foreign Affairs

Camilla Melissa



The Royal Prime Ministre

Elric Engelbrektsson Vasa



The Ambassador of the Kingdom of the Two Sicilies

Ginevra Nerissa Lannister Aleramica del Vasto



_________________
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
 
SRING
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» L'arrivo del Sottosegretario Italico della Nunziatura Apostolica per lo SRING
» Arrivo del nuovo Ambasciatore Imperiale dello SRING

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Palazzo Reale di Napoli :: Ingresso del Palazzo :: Sala dei Trattati-
Andare verso: