IndiceIndice  FAQFAQ  CercaCerca  Lista UtentiLista Utenti  GruppiGruppi  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Condividere | 
 

 Legge sull'assenteismo per il Parlamento

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Amnion



Maschile
Numero di messaggi : 500
Data d'iscrizione : 04.10.13

MessaggioTitolo: Legge sull'assenteismo per il Parlamento Gio 12 Mag - 8:47:39

Allora volevo discutere con voi una modifica alla legge dell'assenteismo che secondo me è troppo leggera ed anche incomprensibile. Tre discussioni, tre votazioni, un caos totale.
Io e il Castellano stiamo discutendo ormai da giorni e non riusciamo a capire, sul serio, se ci sono provvedimenti da prendere per alcuni Onorevoli. Ed è anche snervante vedere chi pacifico e tranquillo non si preoccupa di partecipare alla discussione e con la stessa tranquillità si astiene o è contrario.
Dunque questo è il testo attuale.


Citazione :
Legge 01/1460 - Sull'assenteismo

Per la Camera Alta:
Ogni Senatore Regio del Regno delle due Sicilie ha il diritto e dovere di partecipazione alle discussioni e votazioni parlamentari.

Ogni Senatore che risulterà assente avrà il dovere di giustificarsi entro 3 giorni dalla chiusura della discussione e/o votazione direttamente al Castellano di Napoli.

Vi sarà un richiamo formale per:

- I Senatori che risulteranno assenti da almeno 3 votazioni consecutive senza motivata giustificazione.

- I Senatori che risulteranno assenti da almeno 3 discussioni consecutive o per un periodo superiore a 30 giorni senza motivata giustificazione.

Sarà compito del Castellano monitorare la presenza dei Senatori nelle discussioni e/o votazioni.

Alla quarta assenza (o comunque dopo 3 giorni dal richiamo formale) il Senatore considerato assenteista perderà ogni diritto di espressione e di voto e sarà compito del Castellano procedere con la richiesta al Sovrano di espulsione dalle sale del Parlamento.

In abbinamento al richiamo formale è prevista la perdita dell'elettorato passivo per il Senato solo ed esclusivamente per la tornata elettorale successiva.

Per la Camera Bassa:

Ogni Onorevole Parlamentare del Regno delle due Sicilie ha il diritto e dovere di partecipazione alle discussioni e votazioni parlamentari.

Ogni Onorevole che risulterà assente avrà il dovere di giustificarsi entro 3 giorni dalla chiusura della discussione e/o votazione direttamente al rispettivo Governatore che riferirà al Maresciallo della Camera.
Vi sarà un richiamo formale per:

- Gli Onorevoli che risulteranno assenti da almeno 3 votazioni consecutive senza motivata giustificazione.

- Gli Onorevoli che risulteranno assenti da almeno 3 discussioni consecutive o per un periodo superiore a 30 giorni senza motivata giustificazione.

Sarà compito del Maresciallo della Camera o del Governatore della provincia d'appartenenza, monitorare la presenza dei rispettivi Onorevoli nelle discussioni e/o votazioni.

Alla quarta assenza (o comunque dopo 3 giorni dal richiamo formale) l'Onorevole considerato assenteista perderà ogni diritto di espressione e di voto e sarà compito del Governatore o di un suo delegato procedere con la richiesta al Sovrano di espulsione dalle sale del Parlamento.


Questa è la proposta che ho scritto, molto più restrittiva. Non faccio parti rosse e parti verdi, cambia praticamente quasi tutta a partire dal titolo.

Citazione :
Legge sull'assenteismo degli Onorevoli Parlamentari

Per il Parlamento
Ogni Senatore Regio del Regno delle due Sicilie ha il diritto e dovere di partecipazione alle discussioni e votazioni parlamentari.

Ogni Senatore che risultare assente a una discussione perderà il suo diritto di voto nella seguente votazione. Dovrà poi obbligatoriamente giustificare l'assenza entro tre giorni al Castellano di Napoli. Non è ammessa come giustificazione l'ignoranza del tema discusso. Se il Senatore avvertirà preventivamente dell'assenza sarà giustificato, ma non avrà comunque diritto di partecipare alla votazione.

E' compito del Castellano di Napoli, unitamente al Ministro dell'Interno, controllare la presenza di tutti i Senatori.

Vi sarà un richiamo formale per:
- I Senatori che risulteranno assenti ingiustificati a una discussione
- I Senatori che risulteranno assenti ingiustificati a una seconda discussione dopo aver giustificato la prima

Se il Senatore non dovesse giustificare l'assenza entro i termini previsti, o risultasse assente a una terza discussione senza giustificato motivo, il Senatore perderà ogni diritto di espressione e di voto e sarà compito del Castellano procedere con la richiesta al Sovrano di espulsione dalle sale del Parlamento.
Il Senatore espulso perderà anche il diritto a ricandidarsi alle elezioni per il Senato successive al mandato di espulsione.


Ogni Consigliere Provinciale ha il diritto e dovere di partecipazione alle discussioni e votazioni parlamentari.

Sarà compito del Maresciallo della Camera o del Governatore della provincia d'appartenenza, monitorare la presenza dei rispettivi Onorevoli nelle discussioni e/o votazioni.

Ogni Onorevole Consigliere che risulterà assente a una votazione avrà il dovere di giustificarsi entro 3 giorni dalla chiusura della votazione direttamente al Maresciallo della Camera.

Vi sarà un richiamo formale per gli Onorevoli che risulteranno assenti ingiustificati a due votazioni.

Se l'Onorevole Consigliere non dovesse giustificare l'assenza entro i termini previsti, oppure risultasse assente a una terza votazione verrà considerato assenteista perderà ogni diritto di espressione e di voto e sarà compito del Governatore o del Maresciallo della Camera procedere con la richiesta al Sovrano di espulsione dalle sale del Parlamento.

_________________

Vice Ministro degli Interni
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Ayla_Sforza

avatar

Femminile
Numero di messaggi : 509
Data d'iscrizione : 09.09.15

MessaggioTitolo: Re: Legge sull'assenteismo per il Parlamento Gio 12 Mag - 12:47:41

a me piace, solo metterei tip due commi uno per il senato l'altro per i consiglieri

giusto per essere sicuri che non possano fraintendere, nemmeno volutamente ^^
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Camilla_melissa

avatar

Femminile
Numero di messaggi : 1119
Data d'iscrizione : 03.11.15

MessaggioTitolo: Re: Legge sull'assenteismo per il Parlamento Ven 13 Mag - 0:49:44

Io svincolerei il governatore dal controllo sulla parte legislativa responsabilizzando maggiormente il maresciallo.
Inoltre secondo me se si da lo stesso compito a due persone o si spreca tempo o non lo fa nessuno pensando sia l'altro a farlo.

Per il resto concordo con Ayla

_________________
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Amnion



Maschile
Numero di messaggi : 500
Data d'iscrizione : 04.10.13

MessaggioTitolo: Re: Legge sull'assenteismo per il Parlamento Ven 13 Mag - 2:08:11

Dunque anche dal Senato tolgo la figura del Ministro dell'Interno? L'avevo aggiunta io come supporto al Castellano, ma se credete sia meglio una sola persona ne lascio solamente una, poi non ho aggiunto il Ministro tra i Consiglieri proprio perchè già riportava due figure a controllo.
Ditemi voi, io personalmente la figura del Ministro dell'Interno la vedo molto sui "rapporti con il Parlamento" dunque dato che spesso passo tra le camere non ho problemi a fare anche vigilanza, però riguarda più specificatamente me che il ruolo. Ditemi voi.

Per la divisione si la devo riaggiungere, la tolsi pensando di farla in modo diverso ma tornando sui miei passi la scordai.

Ho riportato aggiornato qua sotto. Ho lasciato Il ministro a controllo in entrambi le Camere e lasciato ai Governatori insieme al Maresciallo la possibilità di richiedere l'espulsione del Consigliere assenteista. Tutto in attesa della risposta di Camilla. Smile



Citazione :
Legge sull'assenteismo degli Onorevoli Parlamentari

Per il Real Senato
Ogni Senatore Regio del Regno delle due Sicilie ha il diritto e dovere di partecipazione alle discussioni e votazioni parlamentari.

Ogni Senatore che risultare assente a una discussione perderà il suo diritto di voto nella seguente votazione. Dovrà poi obbligatoriamente giustificare l'assenza entro tre giorni al Castellano di Napoli. Non è ammessa come giustificazione l'ignoranza del tema discusso. Se il Senatore avvertirà preventivamente dell'assenza sarà giustificato, ma non avrà comunque diritto di partecipare alla votazione.

E' compito del Castellano di Napoli, unitamente al Ministro dell'Interno, controllare la presenza di tutti i Senatori.

Vi sarà un richiamo formale per:
- I Senatori che risulteranno assenti ingiustificati a una discussione
- I Senatori che risulteranno assenti ingiustificati a una seconda discussione dopo aver giustificato la prima

Se il Senatore non dovesse giustificare l'assenza entro i termini previsti, o risultasse assente a una terza discussione senza giustificato motivo, il Senatore perderà ogni diritto di espressione e di voto e sarà compito del Castellano procedere con la richiesta al Sovrano di espulsione dalle sale del Parlamento.
Il Senatore espulso perderà anche il diritto a ricandidarsi alle elezioni per il Senato successive al mandato di espulsione.

Per la Camera dei Consigli
Ogni Consigliere Provinciale ha il diritto e dovere di partecipazione alle discussioni e votazioni parlamentari.

Sarà compito del Maresciallo della Camera, unitamente al Ministro dell'Interno, monitorare la presenza dei rispettivi Onorevoli nelle discussioni e/o votazioni.

Ogni Onorevole Consigliere che risulterà assente a una votazione avrà il dovere di giustificarsi entro 3 giorni dalla chiusura della votazione direttamente al Maresciallo della Camera.

Vi sarà un richiamo formale per gli Onorevoli che risulteranno assenti ingiustificati a due votazioni.

Se l'Onorevole Consigliere non dovesse giustificare l'assenza entro i termini previsti, oppure risultasse assente ingiustificato a una terza votazione verrà considerato assenteista, perderà ogni diritto di espressione e di voto e sarà compito del Governatore o del Maresciallo della Camera procedere con la richiesta al Sovrano di espulsione dalle sale del Parlamento.

_________________

Vice Ministro degli Interni


Ultima modifica di Amnion il Ven 13 Mag - 6:02:46, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Amnion



Maschile
Numero di messaggi : 500
Data d'iscrizione : 04.10.13

MessaggioTitolo: Re: Legge sull'assenteismo per il Parlamento Ven 13 Mag - 4:14:11

Aggiungo ricordiamoci che anche Castellano e Maresciallo potrebbero essere assenti, dunque forse almeno una seconda figura è necessaria.

_________________

Vice Ministro degli Interni
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Camilla_melissa

avatar

Femminile
Numero di messaggi : 1119
Data d'iscrizione : 03.11.15

MessaggioTitolo: Re: Legge sull'assenteismo per il Parlamento Ven 13 Mag - 9:36:20

Allora mettiamo solo Ministro come controllo che subentra in assenza di castellano e maresciallo

_________________
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Garrone71
Principe di Terra di Lavoro
Principe di Terra di Lavoro
avatar

Maschile
Numero di messaggi : 28
Data d'iscrizione : 26.10.09

MessaggioTitolo: Re: Legge sull'assenteismo per il Parlamento Ven 13 Mag - 10:07:37

Aggiungerei l'obbligo per il castellano di avvisare ad ogni votazione e/o discussione tutti i partecipanti con missiva.

Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Camilla_melissa

avatar

Femminile
Numero di messaggi : 1119
Data d'iscrizione : 03.11.15

MessaggioTitolo: Re: Legge sull'assenteismo per il Parlamento Ven 13 Mag - 10:58:30

Uhm consideriamo che il castellano è anche un consigliere e avvisare ogni due per tre 24 persone non è agevole, visto che i consiglieri leggono ogni giorno (si spera) almeno il loro consiglio, direi che si può tenere un topik stikkato dove di volta in volta il maresciallo avvisa nel consiglio a cui appartiene e scrive al portavoce e governatore del consiglio in cui non ha accesso di dare comunicazione.

_________________
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Amnion



Maschile
Numero di messaggi : 500
Data d'iscrizione : 04.10.13

MessaggioTitolo: Re: Legge sull'assenteismo per il Parlamento Ven 13 Mag - 11:14:36

Citazione :
Legge sull'assenteismo degli Onorevoli Parlamentari

Per il Real Senato
Ogni Senatore Regio del Regno delle due Sicilie ha il diritto e dovere di partecipazione alle discussioni e votazioni parlamentari.

Ogni Senatore che risultasse assente a una discussione, perderà il suo diritto di voto nella seguente votazione. Dovrà poi obbligatoriamente giustificare l'assenza entro tre giorni al Castellano di Napoli. Non è ammessa come giustificazione l'ignoranza del tema discusso. Se il Senatore avvertirà preventivamente dell'assenza sarà giustificato, ma non avrà comunque diritto di partecipare alla votazione.

E' compito del Castellano di Napoli, unitamente al Ministro dell'Interno, controllare la presenza di tutti i Senatori.

Vi sarà un richiamo formale per:
- I Senatori che risulteranno assenti ingiustificati a una discussione
- I Senatori che risulteranno assenti ingiustificati a una seconda discussione dopo aver giustificato la prima

Se il Senatore non dovesse giustificare l'assenza entro i termini previsti, o risultasse assente a una terza discussione senza giustificato motivo, il Senatore perderà ogni diritto di espressione e di voto e sarà compito del Castellano procedere con la richiesta al Sovrano di espulsione dalle sale del Parlamento.
Il Senatore espulso perderà anche il diritto a ricandidarsi alle elezioni per il Senato successive al mandato di espulsione.

Per la Camera dei Consigli
Ogni Consigliere Provinciale ha il diritto e dovere di partecipazione alle discussioni e votazioni parlamentari.

Sarà compito del Maresciallo della Camera, unitamente al Ministro dell'Interno, monitorare la presenza dei rispettivi Onorevoli nelle discussioni e/o votazioni.

Ogni Onorevole Consigliere che risulterà assente a una votazione avrà il dovere di giustificarsi entro 3 giorni dalla chiusura della votazione direttamente al Maresciallo della Camera.

Vi sarà un richiamo formale per gli Onorevoli che risulteranno assenti ingiustificati a due votazioni.

Se l'Onorevole Consigliere non dovesse giustificare l'assenza entro i termini previsti, oppure risultasse assente ingiustificato a una terza votazione verrà considerato assenteista, perderà ogni diritto di espressione e di voto e sarà compito del Governatore o del Maresciallo della Camera procedere con la richiesta al Sovrano di espulsione dalle sale del Parlamento.

Allora, intanto parliamo del Maresciallo, attenzione a non far confusione. Smile
Ed è vero esiste il problema. Dunque si potrebbe provvedere alla nomina di due collaboratori addetti ad avvisare i Consiglieri, come fatto in Corte Reale (esistono i Vice Magister che avvertono dell'apertura di votazioni).
Il punto è che per lo scopo non è la carta da modificare. Smile

Potremmo anche aggiungere una frase tipo:
E' compito dei Portavoce avvisare il proprio Consiglio Provinciale dell'apertura di una votazione. Però non lo trovo il posto adatto. Ditemi cosa ne pensate.

_________________

Vice Ministro degli Interni
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Spartaco_rr

avatar

Maschile
Numero di messaggi : 3
Data d'iscrizione : 11.05.16

MessaggioTitolo: Re: Legge sull'assenteismo per il Parlamento Ven 13 Mag - 11:52:53

mi piace molto
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Amnion



Maschile
Numero di messaggi : 500
Data d'iscrizione : 04.10.13

MessaggioTitolo: Re: Legge sull'assenteismo per il Parlamento Lun 16 Mag - 2:57:12

Amnion ha scritto:
Citazione :
Legge sull'assenteismo degli Onorevoli Parlamentari

Per il Real Senato
Ogni Senatore Regio del Regno delle due Sicilie ha il diritto e dovere di partecipazione alle discussioni e votazioni parlamentari.

Ogni Senatore che risultasse assente a una discussione, perderà il suo diritto di voto nella seguente votazione. Dovrà poi obbligatoriamente giustificare l'assenza entro tre giorni al Castellano di Napoli. Non è ammessa come giustificazione l'ignoranza del tema discusso. Se il Senatore avvertirà preventivamente dell'assenza sarà giustificato, ma non avrà comunque diritto di partecipare alla votazione.

E' compito del Castellano di Napoli, unitamente al Ministro dell'Interno, controllare la presenza di tutti i Senatori.

Vi sarà un richiamo formale per:
- I Senatori che risulteranno assenti ingiustificati a una discussione
- I Senatori che risulteranno assenti ingiustificati a una seconda discussione dopo aver giustificato la prima

Se il Senatore non dovesse giustificare l'assenza entro i termini previsti, o risultasse assente a una terza discussione senza giustificato motivo, il Senatore perderà ogni diritto di espressione e di voto e sarà compito del Castellano procedere con la richiesta al Sovrano di espulsione dalle sale del Parlamento.
Il Senatore espulso perderà anche il diritto a ricandidarsi alle elezioni per il Senato successive al mandato di espulsione.
La assenze non devono obbligatoriamente essere consecutive.

Per la Camera dei Consigli
Ogni Consigliere Provinciale ha il diritto e dovere di partecipazione alle discussioni e votazioni parlamentari.

Sarà compito del Maresciallo della Camera, unitamente al Ministro dell'Interno, monitorare la presenza dei rispettivi Onorevoli nelle discussioni e/o votazioni.

Ogni Onorevole Consigliere che risulterà assente a una votazione avrà il dovere di giustificarsi entro 3 giorni dalla chiusura della votazione direttamente al Maresciallo della Camera.

Vi sarà un richiamo formale per gli Onorevoli che risulteranno assenti ingiustificati a due votazioni.

Se l'Onorevole Consigliere non dovesse giustificare l'assenza entro i termini previsti, oppure risultasse assente ingiustificato a una terza votazione verrà considerato assenteista, perderà ogni diritto di espressione e di voto e sarà compito del Governatore o del Maresciallo della Camera procedere con la richiesta al Sovrano di espulsione dalle sale del Parlamento.
Le assenze non devono obbligatoriamente essere consecutive

Allora, intanto parliamo del Maresciallo, attenzione a non far confusione. Smile
Ed è vero esiste il problema. Dunque si potrebbe provvedere alla nomina di due collaboratori addetti ad avvisare i Consiglieri, come fatto in Corte Reale (esistono i Vice Magister che avvertono dell'apertura di votazioni).
Il punto è che per lo scopo non è la carta da modificare. Smile

Potremmo anche aggiungere una frase tipo:
E' compito dei Portavoce avvisare il proprio Consiglio Provinciale dell'apertura di una votazione. Però non lo trovo il posto adatto. Ditemi cosa ne pensate.

Aggiunta una frase sia per i consiglieri che per i senatori in cui si chiarisce che le assenze non serve siano consecutive, ma si parla dunque di assenze totali.

Un altro appunto: non so se è così dunque cerco conferma in voi. Perdita del diritto di voto va per me a pesare anche sul quorum totale. Quindi se a una discussione in senato ci sono due assenti, alla votazione avranno diritto di voto in 10 per cui la maggioranza assoluta per l'approvazione delle modifiche costituzionali ad esempio si abbassa a 6. Correggetemi se il mio ragionamento è sbagliato.

_________________

Vice Ministro degli Interni
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Camilla_melissa

avatar

Femminile
Numero di messaggi : 1119
Data d'iscrizione : 03.11.15

MessaggioTitolo: Re: Legge sull'assenteismo per il Parlamento Lun 16 Mag - 5:03:36

Per me il tuo ragionamento è corretto

_________________
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Amnion



Maschile
Numero di messaggi : 500
Data d'iscrizione : 04.10.13

MessaggioTitolo: Re: Legge sull'assenteismo per il Parlamento Mar 31 Mag - 7:35:13

Citazione :
Legge sull'assenteismo degli Onorevoli Parlamentari

Per il Real Senato
Ogni Senatore Regio del Regno delle due Sicilie ha il diritto e dovere di partecipazione alle discussioni e votazioni parlamentari.

Ogni Senatore che risultasse assente a una discussione, perderà il suo diritto di voto nella seguente votazione. Dovrà poi obbligatoriamente giustificare l'assenza entro tre giorni al Castellano di Napoli. Non è ammessa come giustificazione l'ignoranza del tema discusso. Se il Senatore avvertirà preventivamente dell'assenza sarà giustificato, ma non avrà comunque diritto di partecipare alla votazione.

E' compito del Castellano di Napoli, unitamente al Ministro dell'Interno, controllare la presenza di tutti i Senatori.

Vi sarà un richiamo formale per:
- I Senatori che risulteranno assenti ingiustificati a una discussione
- I Senatori che risulteranno assenti ingiustificati a una seconda discussione dopo aver giustificato la prima

Se il Senatore non dovesse giustificare l'assenza entro i termini previsti, o risultasse assente a una terza discussione senza giustificato motivo, il Senatore perderà ogni diritto di espressione e di voto e sarà compito del Castellano procedere con la richiesta al Sovrano di espulsione dalle sale del Parlamento.
Il Senatore espulso perderà anche il diritto a ricandidarsi alle elezioni per il Senato successive al mandato di espulsione.
La assenze non devono obbligatoriamente essere consecutive.

Per la Camera dei Consigli
Ogni Consigliere Provinciale ha il diritto e dovere di partecipazione alle discussioni e votazioni parlamentari.

Sarà compito del Maresciallo della Camera, unitamente al Ministro dell'Interno, monitorare la presenza dei rispettivi Onorevoli nelle discussioni e/o votazioni.

Ogni Onorevole Consigliere che risulterà assente a una discussione o votazione avrà il dovere di giustificarsi entro 3 giorni dalla chiusura della votazione direttamente al Maresciallo della Camera.

Vi sarà un richiamo formale per gli Onorevoli che risulteranno assenti ingiustificati a due discussioni o votazioni.

Se l'Onorevole Consigliere non dovesse giustificare l'assenza entro i termini previsti, oppure risultasse assente ingiustificato a una terza discussione o votazione verrà considerato assenteista, perderà ogni diritto di espressione e di voto e sarà compito del Ministro o del Maresciallo della Camera procedere con la richiesta al Sovrano di espulsione dalle sale del Parlamento.
Le assenze non devono obbligatoriamente essere consecutive.

Riprendo discussione.
Aggiunto le discussioni anche per la Camera in seguito alla modifica, tuttavia non ho messo la clausola che se assente alla discussione perde il diritto di voto.
E' vero che è loro diritto e dovere ma non è solo questo il loro compito. Immagino Sceriffi, Governatori o Prefetti che hanno più e più sale da controllare e credo sia ammissibile il non presentarsi alla discussione per poi votare (anche se data la durata forse sarebbe più probabile il contrario).
Poi che che se ne dica c'è uno schieramento politico dietro ogni Consigliere, ed anche quello influisce e può aiutare un consigliere assente nella votazione. Non fraintendetemi, non sopporto chi vota a fotocopia senza sapere come e perchè, tuttavia se le persone si raggruppano in schieramenti politici è perchè condividono anche delle idee e questo può valere anche per la modifica delle leggi.
Questi i motivi che mi hanno spinto ad essere più "flessibile" nei loro confronti.
Ditemi cosa ne pensate, nei prossimi giorni vorrei portare all'attenzione del Parlamento.


Un'altra modifica importante che occorre fare insieme:


Cost., L. II, Cap. II ha scritto:
Articolo 17. Veti
La Camera Bassa può, entro cinque giorni dall'approvazione di una legge nel Real Senato, applicare su di essa il suo veto con la maggioranza qualificata dei tre quinti (3/5) dei Consiglieri con diritto di voto di quattordici consiglieri. Il veto della Camera Bassa è rinnovabile anche se la legge è riproposta uguale e senza modificazioni.
Ogni Consiglio può, entro cinque giorni dall'approvazione di una legge dal Parlamento, applicare il suo veto, rimandando la legge in discussione. Nel caso in cui quella stessa legge venisse riapprovata senza modifiche, non potrà essere soggetta a veto.

Non so se l'ho scritta bene ma la motivazione è semplice: adattare il veto agli aventi diritto di voto. Se 24 sarà 14, per 22 sarà 13, eccetera.
Così come la maggioranza deve adattarsi in Senato penso sia giusto se datti anche in Camera.

A voi la parola.

_________________

Vice Ministro degli Interni
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Ayla_Sforza

avatar

Femminile
Numero di messaggi : 509
Data d'iscrizione : 09.09.15

MessaggioTitolo: Re: Legge sull'assenteismo per il Parlamento Mer 1 Giu - 12:10:48

Si Amnion va bene

direi che puoi passarla al senato
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Amnion



Maschile
Numero di messaggi : 500
Data d'iscrizione : 04.10.13

MessaggioTitolo: Re: Legge sull'assenteismo per il Parlamento Gio 2 Giu - 2:40:01

Provvedo.

_________________

Vice Ministro degli Interni
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Legge sull'assenteismo per il Parlamento

Tornare in alto Andare in basso
 
Legge sull'assenteismo per il Parlamento
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Novità sulla Proposta di Legge settore estetica
» Nuovo disegno di legge e corsi per onicotecnici
» Corriere della Sera del 6/10/2010 - COLPO ALLA LEGGE 40
» La legge dell'attrazione...
» Vi segnalo questo interessante articolo sulla salute delle donne (aborto, legge 40 e chi più ne ha più ne metta)

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Palazzo Reale di Napoli :: Sale del Governo del Regno :: Archivi di Stato :: Archivio Pubblico Concilio Regina Ayla-
Andare verso: