IndiceIndice  Lista UtentiLista Utenti  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Condividere | 
 

 Nobilitazioni

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Nobilitazioni Ven 6 Mag - 2:53:50

Ne abbiamo già parlato vis-a-vis, me trovo corretto che tutto sia fermo su carta.

Vi ho chiesto di scegliere un nome Voi tutti come concilio, e sebbene sia informata in via ufficiosa, vorrei che mi diceste il nome e le motivazioni della scelta in via ufficiale.
Per contro è giusto che sappiate chi il nome da me scelto, e vi lascerò in calce lo scritto per scegliere il terzo nome.

C'è una persona nel Regno, che nonostante non sia perfetto, nonostante abbia sbagliato a volte mi è sempre stata vicina, che ho sempre sentito che combatteva le mie battaglie.
E' una persona con la quale qualche volta ci siamo anche scontrati, ma che come voi tutti non ha mai avuto timore di dirmi come la pensava. E questa persona è il mio Confessore.
So che ha solo fatto il suo dovere diciamo, ma c'è modo e modo di fare il proprio dovere.
Lui lo ha sempre svolto con entusiamo e dedizione.

Per il terzo nome, come vi dissi vorrei fosse suggerito dal popolo, questo cosa vorrei scrivere:
Citazione :

Chieti, primo sole di maggio

E' uscita presto la Sovrana questa mattina, ha scoperto che in riva al mare si gode di un tranquillo fermento che le piace.

Qualche monello che corre, i pescatori che rientrano e, dopo aver svuotato le reti, le aggiustano, le curano. Le donne che vanno a scegliere il pescato e ognuna di loro ha un modo diverso di trattare, qualcuna spettegola e altre si scambiano notizie. I gatti seduti che pare aspettino.

E miliziani che con gli occhi pesti e le membra stanche rietrano alle loro case.

In questi mesi la Sovrana ha viaggiato per tutto il Regno scoprendo che ogni città ha figure silenziose che lavorano indefessamente per il benessere degli altri, persone magari all'apparenza sconsciute ma su cui il Regno, le Provincie e le Città si appoggiano.
Persone che non hanno mai chiesto in cambio nemmeno un grazie.
Ed è a loro che va il pensiero della Sovrana mentre osserva il tranquillo fermento che vi è al porto.

Si avviò nei suoi uffici per cominciare la giornata, ma camminando quel pensero diveniva insistente, fu così che si sedette e scrisse ai suoi sudditi, a tutti, dal più piccolo al più grande.


[rp]Miei diletti,
Saluti!

Tutti voi sapete che ogni Re ha la gioia di essere chiamato a sè dall'Altissimo. So bene che ogni giorno, che siano pochi o molti è un giorno regalatomi per godere della Vostra compagnia, eppure attendo con gioia e serenità il momento in cui potrò chiudere gli occhi e seguirvi dal Cielo.

Oh no, non fraintendetemi, per ora, nonostante la stanchezza il mio corpo è forte e la mia salute coriacea.
Eppure non posso evitare di pensare che non passerà troppo tempo prima che io possa unirmi a Dio, concretizzando totalmente la mia unione a Lui avvenuta nel battesimo prima e nel sacerdozio poi.

Vi sto scrivendo per dirvi GRAZIE. Ogni città che ho visitato ha accolto me e la mia scorta con gioia e banchetti. Ho imparato a conoscervi e a scrutare il lavoro silenzioso dei più.
Dal piccolo coltivatore di mais che si alza all'alba tutte le mattine e cede parte del suo guadagno ai municipi, agli uomini e donne che rinunciano al sonno per vegliare sul sonno degli altri.
E i sindaci, che lavorano con fatica per il benessere di tutti, e i doganieri che corrono fra mille uffici per assicurare che ogni informazione passi correttamente.
E che dire dei Capoporto, che si consumano gli occhi per scrutare l'orizzonte?
E i miei amati soldati, che rinunciano agli affetti per marciare lungo le strade del Regno per garantire a tutti sicurezza.
E i marinai che rientrano con la pelle cotta dalla salsedine e gli occhi che brillano.
E i bambini che crescono, si mettono e ci mettono alla prova.
E chierici, che consolano le vedove e spesso si trovano a crescere piccoli orfanelli, che stanno accanto alle famiglie nelle gioie e spesso nei dolori e nei lutti.

Ogni persona che ho incontrato è importante per il Regno e ad ognuno di voi dico grazie, ma non solo.
Vorrei che il mio grazie non fosse solo simbolico, ma che sia un grazie tangibile, che vi avvolga.
Per questo motivo vi chiedo un nome che vi rappresenti, un nome che possa essere elevato alla nobiltà, affinche questo grazie sia reale in qualche modo.

Io non conosco tutti, mi è impossibile. Ma voi.. ecco voi sapete chi lavora nel silenzio, chi si sacrifica davvero per gli altri.
Quindi ve lo chiedo per favore, ditemi chi secondo voi merita di rappresentare l'anima del Regno, e perchè lo merita, e io fra questi nomi ne sceglierò uno che verrà perorato da me, come è nei miei diritti, all'Araldica.
E che questa persona sia faro per tutti, che si sappia che il sacrificio ripaga, anche con un semplice Grazie


Umilmente Vostra Sovrana

Ayla

[/rp]

Per cortesia, ditemi se è chiaro che sceglierò fra i nomi proposti e non in base a chi ha avuto più nomine, e ovviamente se avrete suggerimenti sarò lieta di ascoltarli
Tornare in alto Andare in basso
Alstair

avatar

Maschile
Numero di messaggi : 222
Località : Gaeta
Occupazione/Hobby : Magister
Data d'iscrizione : 24.06.09

MessaggioTitolo: Re: Nobilitazioni Ven 6 Mag - 3:59:24

Si per me è sufficientemente chiaro.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
rebraist

avatar

Maschile
Numero di messaggi : 354
Data d'iscrizione : 29.06.09

MessaggioTitolo: Re: Nobilitazioni Ven 6 Mag - 10:24:04

Vostra Maestà,
abbiamo discusso su una rosa di nomi ed il nominativo sul quale siamo stati d'accordo è quello del Vescovo di Teramo, Venera dei Groana.
Perché il suo nominativo? Io sono stato per anni un cavaliere dell'Ordine Teutonico Italiano, fino al suo scioglimento avvenuto circa un mese fa.
Ciò per dire che sacerdoti, di diverso ordine e grado, nel corso degli anni, italiani o meno, ne ho conosciuti, quindi non sono nemmeno di bocca buona.
Il Vescovo di Teramo è una figura ben conosciuta nella sua Comunità rispettata da uomini e donne di tutti i credo e confessioni, ben voluta e punto di riferimento.
Come donna di fede è persona di una spiccata sensibilità e profonda sottigliezza. Io stesso le ho chiesto di essere colei che mi seguirà in “faccende di fede” personali. Riguardo il suo essere donna di stato ho avuto modo di lavorare personalmente con lei. Essa è stata la mia interfaccia attiva, propositiva e positiva nella risoluzione della crisi tra la comunità spinozista e quella aristotelica, in virtù delle sue doti umane, spirituali e civili, che hanno sempre portato Teramo, nonostante il clima di tensione a rimanere un luogo ospitale in cui il rispetto dell'altro è sempre stato al primo posto. Posso di certo dire che senza il suo appoggio e apporto di mediazione e confronto, avremmo avuto sicuramente maggiori difficoltà nella risoluzione di tale crisi.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Camilla_melissa

avatar

Femminile
Numero di messaggi : 1119
Data d'iscrizione : 03.11.15

MessaggioTitolo: Re: Nobilitazioni Mer 11 Mag - 2:11:55

Elric ha ottimamente espresso l'opinione dei Ministri, la vostra idea è magnifica e ben esposta

_________________
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: Nobilitazioni Mer 11 Mag - 9:15:30

Benissimo, grazie mille a tutti
Tornare in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Nobilitazioni

Tornare in alto Andare in basso
 
Nobilitazioni
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Palazzo Reale di Napoli :: Sale del Governo del Regno :: Archivi di Stato :: Archivio Pubblico Concilio Regina Ayla-
Andare verso: