IndiceIndice  FAQFAQ  CercaCerca  Lista UtentiLista Utenti  GruppiGruppi  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Condividere | 
 

 Regolamento Eserciti Nobiliari

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
AutoreMessaggio
Alstair
Magister della Corte Reale
Magister della Corte Reale
avatar

Maschile
Numero di messaggi : 222
Località : Gaeta
Occupazione/Hobby : Magister
Data d'iscrizione : 24.06.09

MessaggioTitolo: Regolamento Eserciti Nobiliari Dom 1 Mag - 21:39:50

Buongiorno esimi colleghi, volevo portare alla vostra attenzione questo regolamento a cui abbiamo lungamente lavorato in Corte Reale e che è stato approvato appena ieri.
Ve lo mostro prima di renderlo pubblico per conoscere il vostro parere e chiedervi se è il caso o meno di sottoporlo all'attenzione del Parlamento, dello SMR od a chi di competenza per un'ulteriore valutazione ed approvazione.

Citazione :
DE CONSTITUTIONE EXERCITUS NOBILIUM REGNI UTRIUSQUE SICILIAE
(REGOLAMENTO DEGLI ESERCITI NOBILIARI DEL REGNO DELLE DUE SICILIE)


1. De Ordinatione - Organizzazione
Ai nobili del Regno delle Due Sicilie riconosciuti e inclusi nel novero della Real Araldica Duosiciliana, di qualunque ordine e grado, è data facoltà di alzare orifiamma, ovvero di costituire formazione armata con nome proprio e munita di Vessillo.
Con la presente Carta si norma la costituzione e la formazione degli Eserciti Nobiliari (da qui EN).
Gli EN sono coordinati e supervisionati da S.E. Ill.ma il Signor Colonnello della Real Cavalleria.
Il Comando Supremo degli EN è esercitato dalla persona di Sua Maestà il Sovrano del Regno delle Due Sicilie.

2. De compositione - Composizione
Gli EN sono composti:
- dal comandante titolare della formazione, a cui spetta l'esercizio e la responsabilità del comando in battaglia e sul campo, detto Capitano Nobile;
- da un comandante in seconda nominato dal Capitano Nobile, detto Aiutante di Campo;
- da un addetto alla logistica nominato dal Capitano Nobile, detto Commissiario d'Intendenza;
- da un addetto alle finanze nominato dal Capitano Nobile, detto Segretario Pagatore;
- dai capidrappello di lancia detti Luogotenenti;
- dalla truppa.

La scala gerarchica è stabilità pertanto essere:
Capitano Nobile;
Aiutante di Campo;
Luogotenente;
Cavaliere;
Fante.

2.1. De officiis exercitus nobilium - Compiti dell'esercito nobiliare
L'EN è istituito a vanto, Onore, Gloria, Prestigio e Difesa personale del Nobile che lo alza e che ne è titolare e degli Ufficiali, sottufficiali e truppa che lo compongono. Altresì esso è atto all'istruzione militare addestrativa e operativa dei Nobili della Corte Reale.
In tempo di pace l'EN ha libertà di movimento sul territorio del Regno, fatto salvo quando è impiegato per operazioni di particolare pericolosità per la popolazione civile, e nei movimenti di transito e di ingresso nei capoluoghi di Provincia, movimenti per i quali deve sempre necessitare di autorizzazione.
Le operazioni di caccia ai ricercati inseriti nella apposita lista nera non sono da considerarsi pericolose per la popolazione civile, e pertanto non richiedono specifica autorizzazione.
In tempo di guerra e in campagna gli effettivi degli EN saranno a disposizione della Corona e ne dipenderanno per l'assegnazione di incarichi e missioni. Gli EN sono tenuti a confluire, se loro richiesto, in eserciti già formati tramite la formazione di una lancia nobiliare, eventualmente integrata con rinforzi e rimpiazzi assegnati dallo Stato Maggiore.
I soldati degli EN sono equiparati alle truppe regolari del Regno e sono pertanto giuridicamente soggetti alla Carta dell'Esercito del Regno delle Due Sicilie.
Il Comandante titolare dell'EN ha facoltà di stipulare una Condotta (contratto) con la Provincia, lo Stato Maggiore Reale o con Sua Eccellenza il Ministro della Guerra finalizzato all'ottenimento di condizioni di favore relative a soldo, armamento e vettovagliamento conseguenti ad ingaggio temporaneo, missioni o incarichi derivanti da campagne di guerra a difesa del territorio nazionale o ad offesa nei confronti di nazioni ostili verso cui il Regno abbia dichiarato lo stato di guerra. La durata della Condotta sarà stabilita di comune accordo tra il Contraente (titolare della formazione armata) e lo SMR, proporzionalmente alla ragionevole durata dell'impiego previsto, comunque non oltre i 3 (tre) mesi e non oltre la durata della Patente.

2.2 De officiis militum exercitus nobilium - Compiti dei militari degli eserciti nobiliari
Il Capitano Nobile ha il dovere di rendere noto al Colonnello della Real Cavalleria il posizionamento e gli spostamenti della sua unità, ed è tenuto a fare rapporto, se richiesto, su numero, forza, armamento, vettovagliamento e stato di salute degli uomini al suo comando.
Il Capitano Nobile che intenda effettuare azioni aggressive deve richiederne autorizzazione preventiva al Signor Colonnello della Real Cavalleria.
Il Capitano Nobile che intenda transitare, sostare o fare ingresso nelle città di L'Aquila e di Capua deve richiedere lasciapassare al Signor Colonnello della Real Cavalleria.
In mancanza di autorizzazione o di lasciapassare, e fino all'ottenimento di questi, è fatto esplicito divieto di dare ordine di marcia o di manovra.
Tutti i militari in servizio presso un EN sono tenuti, alla pari del Capitano Nobile, all'obbedienza militare, alla disciplina e a un comportamento adeguato a genti d'arme che rappresentano, direttamente e indirettamente, la Corte Reale.

3. Patente Militum - Patente militare
La Patente Militare è assegnata tramite Regia concessione di Sua Maestà il Sovrano delle Due Sicilie, previo parere del Colonnello della Real Cavalleria. La patente militare viene concessa su valutazione dell'esperienza alle armi e sull'anzianità del Nobile richiedente ed è requisito fondamentale per l'innalzamento di un orifiamma.
Requisiti fondamentali per il rilascio della suddetta patente sono:
- aver prestato servizio nel Regio Esercito Duosiciliano per la durata di almeno mesi 3, con comprovata partecipazione a missioni o campagne di guerra;
- di goder di ottima salute e piena forza;
- di essere convenientemente equipaggiati di spada e scudo.
La Patente può essere ritirata per grave inadempienza ai dettami di questo Regolamento.

4. De Nobilitate et formatione exercitus - Nobiltà e formazione degli eserciti
Il Nobile che desidera alzare orifiamma deve avere regia concessione di patente militare e autorizzazione (previo parere dello SMR) del Colonnello della Real Cavalleria.
Il Capitano Nobile innalzante Orifiamma ha piena facoltà di sceglierne i facenti parte e di assegnare gli incarichi interni a suo piacimento, e liberamente cambiarli o revocarli, evitando tuttavia di arruolare soldati di qualsiasi ordine e grado già facenti parte del Regio Esercito, sudditi Duosiciliani o stranieri in corso di giudizio presso un Regio Tribunale* o di genti iscritte nelle liste dei ricercati*. Qualora uno o più componenti dell'EN fossero chiamati dinanzi ad un Regio Tribunale per essere sottoposti a giudizio, al Capitano Nobile è fatto obbligo di sospenderli dal servizio per tutta la durata del procedimento e della eventuale pena.
La consistenza minima di un EN è stabilita in 5 (cinque) uomini più il Capitano Nobile titolare. Il Capitano Nobile è responsabile dell'addestramento dei soldati sottoposti al suo comando ed è tenuto a rendere edotto ogni singolo componente ai propri ordini del contenuto della presente Carta, della Carta dell'Esercito del Regno delle Due Sicilie e di Leggi e Regolamenti, anche temporanei, atti alla regolamentazione della condotta e alle procedure da tenersi in guerra e in pace per esplicare al meglio compiti e servizi assegnati all'unità o a parti di essa. Il Capitano Nobile è altresì tenuto a promuovere, incentivare ed accertare la massima condizione fisica dei combattenti sottoposti al suo comando. Il Capitano Nobile è tenuto a fornire a proprie spese alla truppa adeguato armamento e protezione. All'uopo si precisa che, per quanto contemplata la possibilità di armarsi con: picche (bastoni), asce, picconi, badili e altri armi improprie e di vario tipo, l'optimum per fanti, cavalieri, sottufficiali ed ufficiali è da considerarsi la spada dritta a doppio taglio (detta semplicemente spada) con budriere in cuoio e portata preferibilmente con cinturone, e lo scudo "classico" a protezione.

(*) Del Regno delle Due Sicilie o di qualsiasi altro Regno con cui si abbiano accordi diplomatici.

4.1 De formatione exercitus nobilium - Formazione degli eserciti nobiliari
Il nome dell'EN è liberamente scelto dal Comandante e dovrà corrispondere al nome dichiarato nell'atto di costituzione. Il nome dell'EN non potrà essere in contrasto con il corrente senso del buon costume e della decenza o in contrasto all'attuale ordinamento politico istituzionale, offensivo nei confronti di persone, istituzioni, enti o sudditi del Regno, nè richiamarsi a organizzazioni di carattere insurrezionale, politico o sociale finalizzate al rovesciamento o alla destabilizzazione dell'ordine costituito.
L'orifiamma deve essere benedetto da un Rappresentante del Clero Aristotelico.

4.2 De mensura exercitus nobilium - Numero degli eserciti nobiliari
Gli EN attivi contemporaneamente non potranno superare, fatte salve eccezioni stabilite dallo SMR, il numero di 3 (tre). In presenza del raggiungimento del numero di EN massimo disponibile e a fronte della concessione di nuove richieste di innalzamento, l'EN con anzianità di formazione maggiore sarà tenuto allo scioglimento per fare posto alla nuova formazione. L'EN in smobilitazione avrà 30 giorni di tempo per completare le operazioni di congedo degli armati in servizio.
L'EN ha comunque diritto a 90 giorni di Orifiamma più ulteriori 30 giorni per ammainarlo e cessare ogni attività.

5. Renovatio licentiae exercitus nobilium - Rinnovo dell'autorizzazione dell'esercito nobiliare
All'incoronazione di ogni nuovo Sovrano il Capitano Nobile titolare di un EN è tenuto a richiedere il rinnovo dell'autorizzazione al Sovrano stesso. In caso di mancato rinnovo al Capitano Nobile è fatto obbligo di sciogliere la formazione e ammainare l'Orifiamma entro giorni 3 (tre) dalla ricevuta comunicazione di mancato rinnovo.
Un nobile che non ha avuto il rinnovo dell'autorizzazione all'esercito, non ha diritto ai 90 giorni più ulteriori 30 per ammainare l'orifiamma.

5.1 Derogatione temporum licentiae militum - Deroga alla durata dell'autorizzazione
A parziale deroga dell' art. 5, ai Capitani Nobili che abbiano alzato Orifiamma entro e non oltre 45 giorni ed a cui non è stato concesso rinnovo dell'autorizzazione, è accordato un tempo di 30 giorni per effettuare le operazioni di scioglimento.

6. De culpa et sarcina ducum nobilium - Colpa e responsabilità dei capitani nobili.
In considerazione della Real fiducia graziosamente concessa ai Capitani Nobili innalzanti Orifiamma, in caso di violazioni alla seguente Carta, oltre alla chiamata a rispondere dinanzi ai Regi Tribunali competenti per territorio per eventuali violazioni del Codice civile e militare, il Capitano Nobile sarà soggetto a indagine d'ufficio condotta dal Procuratore Reale della Cavalleria Reale, con eventuale formalizzazione dell'accusa di Alto tradimento nel caso dei crimini più gravi, o inadempienza prolungata e aggravata presso il Tribunale Araldico.

6.1 De subitaria dimissione exercitus nobilium - Scioglimento immediato degli eserciti nobiliari
Sua Maestà, il Colonnello della Real Cavalleria o il Ministro della Difesa possono ordinare lo scioglimento immediato di un EN. Sono motivo di scioglimento:
- la destituzione di un Sindaco regolarmente eletto (sedizione)
- la violazione di una Condotta stipulata con la Provincia (inadempienza)
- ferite o uccisioni inflitte a civili o militari di altre formazioni per cause accidentali e non derivanti da violazioni di norme di transito o altre leggi (lesioni personali colpose e omicidio colposo)
- ogni palese turbativa dell'ordine costituito, dell'integrità territoriale del Regno, dell'interferenza in regolari elezioni.

_________________
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Amnion



Maschile
Numero di messaggi : 500
Data d'iscrizione : 04.10.13

MessaggioTitolo: Re: Regolamento Eserciti Nobiliari Mar 3 Mag - 5:26:09

Io già votai favorevole u.u

_________________

Vice Ministro degli Interni
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Alstair
Magister della Corte Reale
Magister della Corte Reale
avatar

Maschile
Numero di messaggi : 222
Località : Gaeta
Occupazione/Hobby : Magister
Data d'iscrizione : 24.06.09

MessaggioTitolo: Re: Regolamento Eserciti Nobiliari Dom 5 Giu - 22:28:39

Porto in alto questa discussione in attesa di approvazione definitiva.
E' passato 1 mese ed ho atteso pazientemente.
Credo sia il caso di prenderla come argomento prioritario da portare al termine ora.

_________________
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Ayla_Sforza

avatar

Femminile
Numero di messaggi : 509
Data d'iscrizione : 09.09.15

MessaggioTitolo: Re: Regolamento Eserciti Nobiliari Lun 6 Giu - 11:10:10

Vorrei il parere dei ministri
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Camilla_melissa

avatar

Femminile
Numero di messaggi : 1119
Data d'iscrizione : 03.11.15

MessaggioTitolo: Re: Regolamento Eserciti Nobiliari Mar 7 Giu - 6:12:52

per me ok

_________________
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Elisabetta Maria

avatar

Femminile
Numero di messaggi : 1517
Data d'iscrizione : 04.03.09

MessaggioTitolo: Re: Regolamento Eserciti Nobiliari Dom 12 Giu - 13:17:06

anche per me

_________________
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://palazzoreale.forumattivo.com
rebraist

avatar

Maschile
Numero di messaggi : 354
Data d'iscrizione : 29.06.09

MessaggioTitolo: Re: Regolamento Eserciti Nobiliari Dom 12 Giu - 23:22:29

Mi piace. E'una maniera per giocare meglio il nobile. Ci avviamo al 1465 (quasi 1500) e storicamente ci sta.
Di questi periodi rl sul territorio italiano si buttano i nobili che hanno eserciti privati. In particolare nel napoletano dove ci sono frequenti guerre tra francesi e spagnoli (e ogni tanto qualche botta al vaticano).

Ho solo due osservazioni da fare:
1) E'un rischio, ma si può azzardare, l'aumento degli eserciti sul territorio. Da un lato è un bene, perché garantisce maggiore sicurezza, dall'altro aumenta la possibilità di scontri (siamo pur sempre nell'ambito di un periodo turbolento quindi ci sta pure).
2) Fa da palestra per i nobili militari, così che imparino a guidare la macchina
3) Crea coesione intorno ai nobili. Finalmente essere nobile serve a qualcosa di pratico.

Ultima osservazione (maniaco paranoico): come SMR non mi augurerei mai di avere eserciti in giro di cui non conosca fino all'ultimo componente e posizione. Il colonnello della Cavalleria dovrebbe, a mio avviso, rapportare le posizioni degli eserciti.

A questo punto, darei in automatico al Colonnello della Cavalleria Reale, l'accesso in SMR.

_________________
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Alstair
Magister della Corte Reale
Magister della Corte Reale
avatar

Maschile
Numero di messaggi : 222
Località : Gaeta
Occupazione/Hobby : Magister
Data d'iscrizione : 24.06.09

MessaggioTitolo: Re: Regolamento Eserciti Nobiliari Lun 13 Giu - 3:12:54

Risponderò in ordine:

1) I nobili sono l'élite del regno, se non diamo un minimo di fiducia a loro allora non c'è futuro.
Più che altro occorrerebbe punire ed impedire di tornare ad essere nobile a chi infrange le regole. Se ce ne sarà tempo magari si potrà provare a cambiare anche il tribunale araldico che funziona poco e male.

2) Uno degli scopi principali è proprio questo. Oltretutto considerando i costi di gestione difficilmente si vedranno più di 1 o 2 eserciti di questo tipo contemporaneamente.

3) Si, sto lavorando da mesi a fare questo. Qualcosa si sta smuovendo ma occorre lavorarci sono ancora molto.

Sull'ultima osservazione, purtroppo il Colonnello Reale non fa parte dell'smr inspiegabilmente.
Ricordo all'epoca in cui lo sono stato io che ne facevo parte, ora non so perchè non lo è più.
Sicuramente è da implementare nella Carta dell'Esercito.
Eventualmente in quel regolamento si può pensare di inserire una dicitura sui compiti del Colonnello Reale all'interno dello smr.
Io personalmente comunque lascerei a lui la scelta su cosa rapportare in seno allo smr e cosa no. Per evitare informazioni inutili che i membri di quel gruppo devono leggere.

_________________
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Amnion



Maschile
Numero di messaggi : 500
Data d'iscrizione : 04.10.13

MessaggioTitolo: Re: Regolamento Eserciti Nobiliari Lun 13 Giu - 6:18:04

Come già detto, confermo che il Parlamento si sta già occupando dell'inserimento di altre figure all'interno dell'SMR, solo questione di tempo. Wink

_________________

Vice Ministro degli Interni
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Alstair
Magister della Corte Reale
Magister della Corte Reale
avatar

Maschile
Numero di messaggi : 222
Località : Gaeta
Occupazione/Hobby : Magister
Data d'iscrizione : 24.06.09

MessaggioTitolo: Re: Regolamento Eserciti Nobiliari Lun 13 Giu - 23:31:34

A questo punto se non ci sono altre obiezioni passo alla pubblicazione.
Amnion nel caso, se puoi, informa di quest'ultima considerazione sull'aggiunta dei compiti del Colonnello Reale chi di dovere (Castellano e Maresciallo) per implementarle nella Carta.

_________________
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Ayla_Sforza

avatar

Femminile
Numero di messaggi : 509
Data d'iscrizione : 09.09.15

MessaggioTitolo: Re: Regolamento Eserciti Nobiliari Mar 14 Giu - 9:18:00

Pubblicate pure ^^
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
rebraist

avatar

Maschile
Numero di messaggi : 354
Data d'iscrizione : 29.06.09

MessaggioTitolo: Re: Regolamento Eserciti Nobiliari Mer 15 Giu - 0:56:09

okk

_________________
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Ruben d'Alcontres

avatar

Maschile
Numero di messaggi : 17
Data d'iscrizione : 23.12.15

MessaggioTitolo: Re: Regolamento Eserciti Nobiliari Mer 15 Giu - 1:38:02

Perdonate il ritardo ma soltanto adesso sono riuscito ad entrare,
Citazione :
I soldati degli EN sono equiparati alle truppe regolari del Regno e sono pertanto giuridicamente soggetti alla Carta dell'Esercito del Regno delle Due Sicilie.
Significa che avranno l'acceso alle sale dell'esercito?
Se si non mi sembra un'ottima cosa, in quanto non sappiamo chi ci mettiamo dentro, a tal proposito bisognerebbe che qualcuno approvi ogni singolo componente dell'esercito.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Amnion



Maschile
Numero di messaggi : 500
Data d'iscrizione : 04.10.13

MessaggioTitolo: Re: Regolamento Eserciti Nobiliari Mar 28 Giu - 22:28:50

Dunque dunque, se non erro Ruben ha ricevuto la sua risposta. Come si procede?

_________________

Vice Ministro degli Interni
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Alstair
Magister della Corte Reale
Magister della Corte Reale
avatar

Maschile
Numero di messaggi : 222
Località : Gaeta
Occupazione/Hobby : Magister
Data d'iscrizione : 24.06.09

MessaggioTitolo: Re: Regolamento Eserciti Nobiliari Mer 29 Giu - 6:52:43

Ho avuto un po' da fare, colpa mia.
Volevo verbalizzare anche qui la sua risposta è poi ufficializzare il regolamento visto che è stata approvata l'entrata del colonnello reale nello smr

_________________
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
rebraist

avatar

Maschile
Numero di messaggi : 354
Data d'iscrizione : 29.06.09

MessaggioTitolo: Re: Regolamento Eserciti Nobiliari Mer 29 Giu - 8:39:52

ottimo. procedamus.

_________________
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Alstair
Magister della Corte Reale
Magister della Corte Reale
avatar

Maschile
Numero di messaggi : 222
Località : Gaeta
Occupazione/Hobby : Magister
Data d'iscrizione : 24.06.09

MessaggioTitolo: Re: Regolamento Eserciti Nobiliari Gio 30 Giu - 22:47:58

Eccomi qui a rispondere alla domanda del governatore Ruben:

I membri degli eserciti nobiliari non hanno accesso alle sale dell'Esercito del Regno delle Due Sicilie poichè non ne fanno parte.
Il tramite con l'esercito è il Colonnello Reale che finalmente -ora- ha ufficialmente accesso allo SMR dopo la revisione della Carta dell'Esercito.
I Comandanti nobili faranno parte della Corte Reale mentre i singoli soldati non avranno accesso a nessuna sala e riceveranno le informazioni che il Comandante gli passerà.

Specificato questo mi avvio alla comunicazione alla Corte Reale dell'approvazione definitiva.

Se si ritiene sia necessario, può essere pubblicato accanto agli altri regolamenti e leggi in Taverna del Regno.

_________________
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Alstair
Magister della Corte Reale
Magister della Corte Reale
avatar

Maschile
Numero di messaggi : 222
Località : Gaeta
Occupazione/Hobby : Magister
Data d'iscrizione : 24.06.09

MessaggioTitolo: Re: Regolamento Eserciti Nobiliari Gio 30 Giu - 23:13:21

Questo il testo definitivo. Ho fatto una piccola modifica nella sintassi di una frase sperando sia più chiaro ora (in verde l'aggiunta, in rosso la cancellazione)

Citazione :
DE CONSTITUTIONE EXERCITUS NOBILIUM REGNI UTRIUSQUE SICILIAE
(REGOLAMENTO DEGLI ESERCITI NOBILIARI DEL REGNO DELLE DUE SICILIE)


1. De Ordinatione - Organizzazione
Ai nobili del Regno delle Due Sicilie riconosciuti e inclusi nel novero della Real Araldica Duosiciliana, di qualunque ordine e grado, è data facoltà di alzare orifiamma, ovvero di costituire formazione armata con nome proprio e munita di Vessillo.
Con la presente Carta si norma la costituzione e la formazione degli Eserciti Nobiliari (da qui EN).
Gli EN sono coordinati e supervisionati da S.E. Ill.ma il Signor Colonnello della Real Cavalleria.
Il Comando Supremo degli EN è esercitato dalla persona di Sua Maestà il Sovrano del Regno delle Due Sicilie.

2. De compositione - Composizione
Gli EN sono composti:
- dal comandante titolare della formazione, a cui spetta l'esercizio e la responsabilità del comando in battaglia e sul campo, detto Capitano Nobile;
- da un comandante in seconda nominato dal Capitano Nobile, detto Aiutante di Campo;
- da un addetto alla logistica nominato dal Capitano Nobile, detto Commissiario d'Intendenza;
- da un addetto alle finanze nominato dal Capitano Nobile, detto Segretario Pagatore;
- dai capidrappello di lancia detti Luogotenenti;
- dalla truppa.

La scala gerarchica è stabilità pertanto essere:
Capitano Nobile;
Aiutante di Campo;
Luogotenente;
Cavaliere;
Fante.

2.1. De officiis exercitus nobilium - Compiti dell'esercito nobiliare
L'EN è istituito a vanto, Onore, Gloria, Prestigio e Difesa personale del Nobile che lo alza e che ne è titolare e degli Ufficiali, sottufficiali e truppa che lo compongono. Altresì esso è atto all'istruzione militare addestrativa e operativa dei Nobili della Corte Reale.
In tempo di pace l'EN ha libertà di movimento sul territorio del Regno, fatto salvo quando è impiegato per operazioni di particolare pericolosità per la popolazione civile, e nei movimenti di transito e di ingresso nei capoluoghi di Provincia, movimenti per i quali deve sempre necessitare di autorizzazione.
Le operazioni di caccia ai ricercati inseriti nella apposita lista nera non sono da considerarsi pericolose per la popolazione civile, e pertanto non richiedono specifica autorizzazione.
In tempo di guerra e in campagna gli effettivi degli EN saranno a disposizione della Corona e ne dipenderanno per l'assegnazione di incarichi e missioni. Gli EN sono tenuti a confluire, se loro richiesto, in eserciti già formati tramite la formazione di una lancia nobiliare, eventualmente integrata con rinforzi e rimpiazzi assegnati dallo Stato Maggiore.
I soldati degli EN sono equiparati giuridicamente alle truppe regolari del Regno e sono pertanto giuridicamente soggetti alla Carta dell'Esercito del Regno delle Due Sicilie.
Il Comandante titolare dell'EN ha facoltà di stipulare una Condotta (contratto) con la Provincia, lo Stato Maggiore Reale o con Sua Eccellenza il Ministro della Guerra finalizzato all'ottenimento di condizioni di favore relative a soldo, armamento e vettovagliamento conseguenti ad ingaggio temporaneo, missioni o incarichi derivanti da campagne di guerra a difesa del territorio nazionale o ad offesa nei confronti di nazioni ostili verso cui il Regno abbia dichiarato lo stato di guerra. La durata della Condotta sarà stabilita di comune accordo tra il Contraente (titolare della formazione armata) e lo SMR, proporzionalmente alla ragionevole durata dell'impiego previsto, comunque non oltre i 3 (tre) mesi e non oltre la durata della Patente.

2.2 De officiis militum exercitus nobilium - Compiti dei militari degli eserciti nobiliari
Il Capitano Nobile ha il dovere di rendere noto al Colonnello della Real Cavalleria il posizionamento e gli spostamenti della sua unità, ed è tenuto a fare rapporto, se richiesto, su numero, forza, armamento, vettovagliamento e stato di salute degli uomini al suo comando.
Il Capitano Nobile che intenda effettuare azioni aggressive deve richiederne autorizzazione preventiva al Signor Colonnello della Real Cavalleria.
Il Capitano Nobile che intenda transitare, sostare o fare ingresso nelle città di L'Aquila e di Capua deve richiedere lasciapassare al Signor Colonnello della Real Cavalleria.
In mancanza di autorizzazione o di lasciapassare, e fino all'ottenimento di questi, è fatto esplicito divieto di dare ordine di marcia o di manovra.
Tutti i militari in servizio presso un EN sono tenuti, alla pari del Capitano Nobile, all'obbedienza militare, alla disciplina e a un comportamento adeguato a genti d'arme che rappresentano, direttamente e indirettamente, la Corte Reale.

3. Patente Militum - Patente militare
La Patente Militare è assegnata tramite Regia concessione di Sua Maestà il Sovrano delle Due Sicilie, previo parere del Colonnello della Real Cavalleria. La patente militare viene concessa su valutazione dell'esperienza alle armi e sull'anzianità del Nobile richiedente ed è requisito fondamentale per l'innalzamento di un orifiamma.
Requisiti fondamentali per il rilascio della suddetta patente sono:
- aver prestato servizio nel Regio Esercito Duosiciliano per la durata di almeno mesi 3, con comprovata partecipazione a missioni o campagne di guerra;
- di goder di ottima salute e piena forza;
- di essere convenientemente equipaggiati di spada e scudo.
La Patente può essere ritirata per grave inadempienza ai dettami di questo Regolamento.

4. De Nobilitate et formatione exercitus - Nobiltà e formazione degli eserciti
Il Nobile che desidera alzare orifiamma deve avere regia concessione di patente militare e autorizzazione (previo parere dello SMR) del Colonnello della Real Cavalleria.
Il Capitano Nobile innalzante Orifiamma ha piena facoltà di sceglierne i facenti parte e di assegnare gli incarichi interni a suo piacimento, e liberamente cambiarli o revocarli, evitando tuttavia di arruolare soldati di qualsiasi ordine e grado già facenti parte del Regio Esercito, sudditi Duosiciliani o stranieri in corso di giudizio presso un Regio Tribunale* o di genti iscritte nelle liste dei ricercati*. Qualora uno o più componenti dell'EN fossero chiamati dinanzi ad un Regio Tribunale per essere sottoposti a giudizio, al Capitano Nobile è fatto obbligo di sospenderli dal servizio per tutta la durata del procedimento e della eventuale pena.
La consistenza minima di un EN è stabilita in 5 (cinque) uomini più il Capitano Nobile titolare. Il Capitano Nobile è responsabile dell'addestramento dei soldati sottoposti al suo comando ed è tenuto a rendere edotto ogni singolo componente ai propri ordini del contenuto della presente Carta, della Carta dell'Esercito del Regno delle Due Sicilie e di Leggi e Regolamenti, anche temporanei, atti alla regolamentazione della condotta e alle procedure da tenersi in guerra e in pace per esplicare al meglio compiti e servizi assegnati all'unità o a parti di essa. Il Capitano Nobile è altresì tenuto a promuovere, incentivare ed accertare la massima condizione fisica dei combattenti sottoposti al suo comando. Il Capitano Nobile è tenuto a fornire a proprie spese alla truppa adeguato armamento e protezione. All'uopo si precisa che, per quanto contemplata la possibilità di armarsi con: picche (bastoni), asce, picconi, badili e altri armi improprie e di vario tipo, l'optimum per fanti, cavalieri, sottufficiali ed ufficiali è da considerarsi la spada dritta a doppio taglio (detta semplicemente spada) con budriere in cuoio e portata preferibilmente con cinturone, e lo scudo "classico" a protezione.

(*) Del Regno delle Due Sicilie o di qualsiasi altro Regno con cui si abbiano accordi diplomatici.

4.1 De formatione exercitus nobilium - Formazione degli eserciti nobiliari
Il nome dell'EN è liberamente scelto dal Comandante e dovrà corrispondere al nome dichiarato nell'atto di costituzione. Il nome dell'EN non potrà essere in contrasto con il corrente senso del buon costume e della decenza o in contrasto all'attuale ordinamento politico istituzionale, offensivo nei confronti di persone, istituzioni, enti o sudditi del Regno, nè richiamarsi a organizzazioni di carattere insurrezionale, politico o sociale finalizzate al rovesciamento o alla destabilizzazione dell'ordine costituito.
L'orifiamma deve essere benedetto da un Rappresentante del Clero Aristotelico.

4.2 De mensura exercitus nobilium - Numero degli eserciti nobiliari
Gli EN attivi contemporaneamente non potranno superare, fatte salve eccezioni stabilite dallo SMR, il numero di 3 (tre). In presenza del raggiungimento del numero di EN massimo disponibile e a fronte della concessione di nuove richieste di innalzamento, l'EN con anzianità di formazione maggiore sarà tenuto allo scioglimento per fare posto alla nuova formazione. L'EN in smobilitazione avrà 30 giorni di tempo per completare le operazioni di congedo degli armati in servizio.
L'EN ha comunque diritto a 90 giorni di Orifiamma più ulteriori 30 giorni per ammainarlo e cessare ogni attività.

5. Renovatio licentiae exercitus nobilium - Rinnovo dell'autorizzazione dell'esercito nobiliare
All'incoronazione di ogni nuovo Sovrano il Capitano Nobile titolare di un EN è tenuto a richiedere il rinnovo dell'autorizzazione al Sovrano stesso. In caso di mancato rinnovo al Capitano Nobile è fatto obbligo di sciogliere la formazione e ammainare l'Orifiamma entro giorni 3 (tre) dalla ricevuta comunicazione di mancato rinnovo.
Un nobile che non ha avuto il rinnovo dell'autorizzazione all'esercito, non ha diritto ai 90 giorni più ulteriori 30 per ammainare l'orifiamma.

5.1 Derogatione temporum licentiae militum - Deroga alla durata dell'autorizzazione
A parziale deroga dell' art. 5, ai Capitani Nobili che abbiano alzato Orifiamma entro e non oltre 45 giorni ed a cui non è stato concesso rinnovo dell'autorizzazione, è accordato un tempo di 30 giorni per effettuare le operazioni di scioglimento.

6. De culpa et sarcina ducum nobilium - Colpa e responsabilità dei capitani nobili.
In considerazione della Real fiducia graziosamente concessa ai Capitani Nobili innalzanti Orifiamma, in caso di violazioni alla seguente Carta, oltre alla chiamata a rispondere dinanzi ai Regi Tribunali competenti per territorio per eventuali violazioni del Codice civile e militare, il Capitano Nobile sarà soggetto a indagine d'ufficio condotta dal Procuratore Reale della Cavalleria Reale, con eventuale formalizzazione dell'accusa di Alto tradimento nel caso dei crimini più gravi, o inadempienza prolungata e aggravata presso il Tribunale Araldico.

6.1 De subitaria dimissione exercitus nobilium - Scioglimento immediato degli eserciti nobiliari
Sua Maestà, il Colonnello della Real Cavalleria o il Ministro della Difesa possono ordinare lo scioglimento immediato di un EN. Sono motivo di scioglimento:
- la destituzione di un Sindaco regolarmente eletto (sedizione)
- la violazione di una Condotta stipulata con la Provincia (inadempienza)
- ferite o uccisioni inflitte a civili o militari di altre formazioni per cause accidentali e non derivanti da violazioni di norme di transito o altre leggi (lesioni personali colpose e omicidio colposo)
- ogni palese turbativa dell'ordine costituito, dell'integrità territoriale del Regno, dell'interferenza in regolari elezioni.

_________________
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
rebraist

avatar

Maschile
Numero di messaggi : 354
Data d'iscrizione : 29.06.09

MessaggioTitolo: Re: Regolamento Eserciti Nobiliari Ven 1 Lug - 7:03:51

per me ok.

_________________
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Camilla_melissa

avatar

Femminile
Numero di messaggi : 1119
Data d'iscrizione : 03.11.15

MessaggioTitolo: Re: Regolamento Eserciti Nobiliari Mar 30 Ago - 23:10:13

E' stato poi pubblicato?

possiamo chiudere e spostare?

_________________
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Nephti

avatar

Femminile
Numero di messaggi : 2253
Località : Tagliacozzo
Data d'iscrizione : 12.11.15

MessaggioTitolo: Re: Regolamento Eserciti Nobiliari Mer 31 Ago - 2:56:26

Con permesso, faccio i miei complimenti a chiunque abbia scritto questo regolamento, è davvero bello!

_________________
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Ciridonio
Sua Maestà il Re
Sua Maestà il Re
avatar

Maschile
Numero di messaggi : 2191
Località : Castello di Pescosansonesco
Data d'iscrizione : 15.10.11

MessaggioTitolo: Re: Regolamento Eserciti Nobiliari Mer 31 Ago - 6:28:35

Alstair ha scritto:
Risponderò in ordine:

1) I nobili sono l'élite del regno, se non diamo un minimo di fiducia a loro allora non c'è futuro.
Più che altro occorrerebbe punire ed impedire di tornare ad essere nobile a chi infrange le regole. Se ce ne sarà tempo magari si potrà provare a cambiare anche il tribunale araldico che funziona poco e male.

Ovviamente avendo contribuito alla scrittura e sopratutto sui titoli che prima erano scritti con un latino maccheronico sono favorevole, ignoro quanto è stato detto dal Magister sul tribunale onde evitare discussioni, gli bastasse sapere che quando lo ha scritto non c'era alcun processo recitabile. Prima di criticare sarebbe d'uopo informarsi, non a caso nella discussione qui riportata da S.M. sui feudi di eccellenza e di merito, ha proposto la sua visione che di fatto è già realizzata da anni, così come altre cose leggibili in Corte Reale.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://www.iregni.com/FichePersonnage.php?login=ciridonio
Camilla_melissa

avatar

Femminile
Numero di messaggi : 1119
Data d'iscrizione : 03.11.15

MessaggioTitolo: Re: Regolamento Eserciti Nobiliari Ven 2 Set - 6:38:47

Telfusa cortesemente puoi pubblicare questo regolamento nel compendio delle leggi in taverna? poi aggiorno l'indice

Grazie

_________________
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Telfusa
Segretario Personale
Segretario Personale
avatar

Femminile
Numero di messaggi : 1752
Data d'iscrizione : 14.01.13

MessaggioTitolo: Re: Regolamento Eserciti Nobiliari Ven 2 Set - 8:57:51

Certo Vostra Maestà... sul tribunale araldico, perdonate Duca ma è vero che non ha funzionato, rinnovo la polemica? Ovviamente no, sono in araldica per quello, basti sapere che solo cinque mesi dopo l'accettazione delle due denunce contro Jackal, questo faceva bellamente il sindaco... io lo segnalai... quel che è giusto è giusto e va detto. Esperienza personale la chiameremo, in sintesi concordo con il Magister.

_________________
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Telfusa
Segretario Personale
Segretario Personale
avatar

Femminile
Numero di messaggi : 1752
Data d'iscrizione : 14.01.13

MessaggioTitolo: Re: Regolamento Eserciti Nobiliari Ven 2 Set - 9:31:50

Pubblicato! Duca certa che avremo molto di cui parlare in Rad, con il permesso di Sua Maestà chiudo la discussione.

_________________
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Regolamento Eserciti Nobiliari

Tornare in alto Andare in basso
 
Regolamento Eserciti Nobiliari
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 2Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
 Argomenti simili
-
» Regolamento Eserciti Nobiliari
» Il Dio degli Eserciti...
» IL REGOLAMENTO DEL FORUM
» N.15/XXI LEG/ 1458- nuovo regolamento della marina militare
» Regolamento Generale delle Sezioni dedicate alla Compravendita

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Palazzo Reale di Napoli :: Sale del Governo del Regno :: Archivi di Stato :: Archivio Pubblico Concilio Regina Ayla-
Andare verso: