IndiceIndice  Lista UtentiLista Utenti  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Condividere | 
 

 Senato e interdetti

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Senato e interdetti Gio 10 Mar - 10:11:26

Buona sera a tutti.

prego di prendere Visione qui:
http://forum.iregni.com/viewtopic.php?t=2292927


La questione è presto detta:
alla votazione dei senatori del popolo sono presenti due nominativi colpiti da interdetto datato oggi.

Sono due Spinozisti, che stavano discorrendo qui a Palazzo con il Cardinal Fenice, quindi la cosa ci ha quantomeno lasciate stupite.

Ora, i due stanno prendendo parecchi voti ed è molto probabile che risultino fra i primi 4, almeno stando ai voti di oggi.

Ho passato la giornata a leggere e studiare sia la Charta sia le leggi.
Ne una ne l'altra prevedono nulla a riguardo, ossia estrometterli dal senato sarebbe contro la legge e non previsto dalla Charta.

Chiedo quindi consiglio ai Rappresentanti della Chiesa, che sono qui proprio per supportare e consigliare la corona. Cosa secondo voi il Regno dovrebbe fare per rispettare le leggi e al contempo proteggere i propri cittadini ignari o in buona fede da una possibile scomunica?
Ovviamente è auspicabile l'intervento di tutti


Tornare in alto Andare in basso
Amnion



Maschile
Numero di messaggi : 500
Data d'iscrizione : 04.10.13

MessaggioTitolo: Re: Senato e interdetti Sab 12 Mar - 0:15:56

Aggiorno sulla situazione: ad oggi che mancano meno di 12 ore alla fine delle elezioni, con 86 voti pervenuti, e se non ho errato nei calcoli, solo Zeta sembra rientrare tra i quattro, ma comunque dovrebbe affrontare uno spareggio con Alfacentauri.

Può anche essere che il problema non sussista, comunque dato che il dubbio si è alzato è bene risolvere la questione anche perchè si potrebbe ripetere nel futuro.
Certo è una situazione complessa... Al momento non vedo altra soluzione se non continuare a mediare con loro per rispettare sia il volere popolare che le disposizioni della Chiesa.


Risultato provvisorio ha scritto:
Manazza - 41
Deadly - 32
Chapjose - 27
Alfacentauri - 26
Zeta - 26

Ubaldo - 24
Bastiano90 - 20
Mroe_iii - 16
Drusiana - 15
Lazarus - 8
Hemmet_jax - 3
Alessia - 3
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Alstair

avatar

Maschile
Numero di messaggi : 222
Località : Gaeta
Occupazione/Hobby : Magister
Data d'iscrizione : 24.06.09

MessaggioTitolo: Re: Senato e interdetti Dom 13 Mar - 0:59:58

Come già detto in altra sala dovremmo a mio avviso farci carico di una riscrittura congiuntamente con il Parlamento.
Non tanto per intrometterci nelle loro scelte, il Concilio non può interessarsi della scrittura delle leggi (non ci compete il potere legislativo) ma quantomeno segnalare i diversi problemi ed intimare al Parlamento di farsene carico.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Amnion



Maschile
Numero di messaggi : 500
Data d'iscrizione : 04.10.13

MessaggioTitolo: Re: Senato e interdetti Dom 13 Mar - 1:39:21

Bè è vero che al Concilio non compete il potere legislativo, tuttavia sono dell'idea che se si elabora una proposta si può poi metterla al vaglio del Parlamento. Une semplice proposta da spiegare al parlamento e poi a loro discussione e voto, ci mancherebbe. Smile

E mio pensiero personale è che dovrebbero comunque essere previste all'interno della Costituzione le proposte regie, come di fatto è avvenuto più volte che il Concilio presentasse proposte da discutere al Senato. Ma è un'altra cosa questa.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Camilla_melissa

avatar

Femminile
Numero di messaggi : 1119
Data d'iscrizione : 03.11.15

MessaggioTitolo: Re: Senato e interdetti Dom 13 Mar - 8:23:43

"Concordo con Amnion, anzi, per me qualsiasi istituzione dovrebbe avere la possibilità di fare proposte o almeno esprimere una necessità in quanto i soli senatori non hanno piena conoscenza di tutte le situazioni"

_________________
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Alstair

avatar

Maschile
Numero di messaggi : 222
Località : Gaeta
Occupazione/Hobby : Magister
Data d'iscrizione : 24.06.09

MessaggioTitolo: Re: Senato e interdetti Dom 13 Mar - 8:45:54

Voi parlate di una proposta che tenga già conto di un giudizio. Io in generale mi riferisco al fatto che i vuoti legislativi non devono restare tali. È con quelli che si realizzano le peggiori malversazione. Nella fattispecie è una situazione neutra che due spinozisti facciano parte del Parlamento, diventa problematica nel momento in cui questi cittadini si trovino ad affrontare la materia religiosa, argomento per il quale non hanno diritto di parola in quanto il nostro è uno stato non semplicemente laico ma Aristotelico. Dunque è questo aspetto che va normato più che la partecipazione in sé al parlamento.
Non so se sono riuscito a spiegarmi.
Dunque noi dovremmo obbligare il Senato a leggiferare in qualche modo e non semplicemente soprassedere all'argomento.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Amnion



Maschile
Numero di messaggi : 500
Data d'iscrizione : 04.10.13

MessaggioTitolo: Re: Senato e interdetti Dom 13 Mar - 9:11:39

Ah non avevo capito bene. Nel caso specifico è perfettamente corretto è un altro pezzo mancante alla legge senza dubbio, come i voti dei duosiciliani all'estero. Vuoti da riempire.
Teniamoli a mente che al momento opportuno bisognerà farli presente al Parlamento, certamente.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
rebraist

avatar

Maschile
Numero di messaggi : 354
Data d'iscrizione : 29.06.09

MessaggioTitolo: Re: Senato e interdetti Lun 14 Mar - 7:02:21

Non me ne vogliate, mi esprimo solo oggi, per mancanza di tempo.
La costituzione e la cartha non vanno in contrasto.
La comunicazione di Francesco Maria è stata mal interpretata.
La cartha proclama il primato religioso della Chiesa Aristotelica, al contempo la Chiesa non ha alcun potere, di suo libero arbitrio, di vietare la vita pubblica di chicchessia.
Gli articolo 2 e 3 della Costituzione (che è una costituzione breve) vengono resi effettivi proprio dalla Cartha Aristotelica.
La Chiesa ha il dominio spirituale come lo Stato quello temporale.
Uno spinozista può fare il senatore? Si. Un senatore può normare leggi religiose? No. Quindi un senatore spinozista può essere un pericolo per lo Stato Aristotelico? No.
Laddove uno spinozista cercherà di modificare tale assetto starà uscendo dalle sue competenze.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Alstair

avatar

Maschile
Numero di messaggi : 222
Località : Gaeta
Occupazione/Hobby : Magister
Data d'iscrizione : 24.06.09

MessaggioTitolo: Re: Senato e interdetti Lun 14 Mar - 7:35:58

Ed io che ho detto? Razz
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
rebraist

avatar

Maschile
Numero di messaggi : 354
Data d'iscrizione : 29.06.09

MessaggioTitolo: Re: Senato e interdetti Lun 14 Mar - 7:50:51

Alstair ha scritto:
Ed io che ho detto? Razz
se non scrivevo qualcosa morivo Cool
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Alstair

avatar

Maschile
Numero di messaggi : 222
Località : Gaeta
Occupazione/Hobby : Magister
Data d'iscrizione : 24.06.09

MessaggioTitolo: Re: Senato e interdetti Lun 14 Mar - 7:52:13

Ahahah immagino Very Happy
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Francesco_maria

avatar

Maschile
Numero di messaggi : 92
Data d'iscrizione : 03.11.15

MessaggioTitolo: Re: Senato e interdetti Gio 17 Mar - 23:43:51

L'intervento del Primo Ministro è corretto. Malgrado la coincidenza con la partecipazione degli spinozisti alle elezioni del senato come candidati. L'interdetto per gli spinozisti non è legato a quello ma ad una situazione che è del tutto illegale dal punto di vista concordatario. Cioè questi ignorano bellamente ogni forma per ottenere un riconoscimento e dei limiti e preferiscono agire "fuori legge". Da ciò deriva, dopo il lungo (oserei dire infinito tavolo), la volontà della Chiesa del sud con il parere favorevole del concistoro italiano e delle congregazioni competenti di procedere alla pubblicazione di tale documento. Qualora questi accettassero le è siglassero un accordo con regno e chiesa l'interdetto sarebbe sospeso.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Senato e interdetti

Tornare in alto Andare in basso
 
Senato e interdetti
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Abolire il senato... sì o no?
» Regolamento Corte Reale elezione senato regio
» Elezioni Real Senato ( Maggio1462)

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Palazzo Reale di Napoli :: Sale del Governo del Regno :: Archivi di Stato :: Archivio Pubblico Concilio Regina Ayla-
Andare verso: