IndiceIndice  Lista UtentiLista Utenti  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Condividi | 
 

 Comunicati da Milano

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Nephti

avatar

Femmina
Numero di messaggi : 2261
Località : Tagliacozzo
Data d'iscrizione : 12.11.15

MessaggioTitolo: Comunicati da Milano Sab 5 Mar - 0:44:29

Qui saranno inseriti tutti i comunicati provenienti da Milano e di rilevanza per il Regno.

_________________
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Fedrick.



Maschio
Numero di messaggi : 455
Località : Sulmona R2S
Data d'iscrizione : 10.03.16

MessaggioTitolo: Re: Comunicati da Milano Dom 20 Mar - 6:35:03

Federico pubblicò subito il comunicato da Milano. "Hanno deciso di addomesticare il lupo" penso fra sè e sè

Citazione :
Accordo tra il Ducato di Milano e il gruppo dei Becchini

Ducato di Milano, 19 Marzo 1464




Il Ducato di Milano si impegna a garantire accesso e libertà di movimento in tutto il ducato secondo lo stato delle frontiere.

I Becchini si impegnano a:
1. Non assaltare in territorio Milanese;
2. Non derubare sul suolo Milanese;
3. Non ledere in alcun modo la sicurezza del Ducato;
4. Non usufruire delle foreste delle città Milanesi tagliando legna (salvo deroga esplicita con le relative prove);
5. Non tentare di ricoprire alcuna carica pubblica (Sindaco, Consiglio, VP ecc) ma è concesso essere Funzionari ed Erboristi ;
6. Alle Istituzioni deve essere riconosciuta la dovuto autorità;
7. In caso di guerra, su indicazioni del Duca, impegnarsi a prestare servizio difendendo con fedeltà il Ducato di Milano;
8. Comunicare al Duca in carica gli aggiornamenti di tutti i nominativi appartenenti al gruppo che egli dovrà tenere segreti.


Questo contratto ha effetto immediato e resta valido fino ad eventuali infrazioni degli impegni presi sopra elencati o a seguito del suo scioglimento soltanto in accordo di entrambe le parti oppure alla dichiarazione di tali individui nemici dello SRING.
In caso termina la validità di tale contratto con le modalità sopra definite il gruppo dei Becchini avrà l'obbligo di abbandonare il territorio Milanese entro 10 giorni, salvo diversa concessione da parte del Duca in carica, su sua discrezione, per eventuali contrattempi.


Inoltre se infranto un solo impegno fra quelli nei punti 1-2-3-4-7 da parte di un individuo del gruppo dei Becchini, egli verrà dichiarato NEMICO DEL DUCATO DI MILANO con rispettive applicazioni del ''Codice sulla protezione e sulla sicurezza'', Libro VI del CODEX IURIS MEDIOLANI DUCATI nei suoi confronti in aggiunta all'immediato inserimento nella Lista Nera degli Eserciti Ducali. Se infranto un impegno da più appartenenti a tale gruppo, i provvedimenti di cui sopra varranno per tutti gli individui appartenenti o sospettati appartenenti al gruppo stesso.

Il contratto vincola le parti per il solo suolo Milanese.


Per una Milano sempre migliore.



Per il Ducato di Milano,



Duchessa del Ducato di Milano






Per i Becchini



Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Fedrick.



Maschio
Numero di messaggi : 455
Località : Sulmona R2S
Data d'iscrizione : 10.03.16

MessaggioTitolo: Re: Comunicati da Milano Mer 13 Apr - 4:27:51

Citazione :

Ducato di Milano, 12 Aprile 1464



Noi, Isabella Giselle Della Gherardesca De Claudis in Bentivoglio, conosciuta come "Taby",
Duchessa del Ducato di Milano;


RENDIAMO NOTA:



La sospensione dell'accordo con il gruppo de I Becchini.

Ciò a seguito di contatti presi con alcuni esponenti della Santa Chiesa, in quanto alcuni degli appartenenti a tale gruppo sono scomunicati con la scomunica Pugna Haeresis.

Il Ducato di Milano è un Principato Aristotelico e affinché la firma dell'accordo non crei alcuna discrepanza per quanto concerne i rapporti Chiesa-Milano, esso rimarrà sospeso fino a che non ne sarà redatta una nuova versione, in presenza di alcuni membri a rappresentanza della Santa Chiesa.

Le condizioni restano valide in quanto basilari per la giusta convivenza, e non esagerazioni o anomalie (es. niente assalti o simili e rispetto per le Istituzioni Milanesi e riconoscimento della loro autorità).


Per Milano,


Duchessa del Ducato di Milano

Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Fedrick.



Maschio
Numero di messaggi : 455
Località : Sulmona R2S
Data d'iscrizione : 10.03.16

MessaggioTitolo: Re: Comunicati da Milano Mer 27 Apr - 5:30:17

Citazione :

Ducato di Milano, 26 Aprile 1464



Noi, Isabella Giselle Della Gherardesca De Claudis in Bentivoglio, conosciuta come "Taby",
Duchessa del Ducato di Milano;



Su votazione di 4 voti favorevoli e 6 astenuti, 1 non prevenuto di un Consigliere introvabile, assieme poi al Nostro;


RENDIAMO NOTA LA FIRMA DEL SEGUENTE ACCORDO:



Accordo tra il Ducato di Milano e il gruppo dei Becchini

Ducato di Milano, 25 Aprile 1464



Il Ducato di Milano si impegna a garantire accesso e libertà di movimento in tutto il ducato secondo lo stato delle frontiere.

I Becchini si impegnano a:
1. Non assaltare in territorio Milanese;
2. Non derubare sul suolo Milanese;
3. Non ledere in alcun modo la sicurezza del Ducato;
4. Non usufruire delle foreste delle città Milanesi tagliando legna (salvo deroga esplicita con le relative prove);
5. Non tentare di ricoprire alcuna carica pubblica (Sindaco, Consiglio, VP ecc) ma è concesso essere Funzionari ed Erboristi ;
6. Riconoscere alle Istituzioni Milanesi ed alla Santa Chiesa Aristotelica e ai suoi rappresentanti la dovuta autorità e il dovuto rispetto in pubblico e in privato;
7. In caso di guerra, su indicazioni del Duca, prestare servizio difendendo con fedeltà il Ducato di Milano;
8. Comunicare su richiesta del Duca in carica eventuali nominativi appartenenti al gruppo che egli dovrà tenere segreti.
9. Impegnarsi a non praticare, diffondere, parlare di eresia in tutte le sue forme in qualunque luogo del Ducato, sia esso pubblica piazza, taverna o altri luogo aperto al pubblico.
10. Rispettare il Concordato tra la Santa Chiesa Aristotelica e il Ducato di Milano stesso, altrimenti ne conseguirà l'immediata decadenza dell'accordo.

Questo contratto ha effetto immediato e resta valido fino ad eventuali infrazioni degli impegni presi sopra elencati o a seguito del suo scioglimento soltanto in accordo di entrambe le parti oppure alla dichiarazione di tali individui nemici dello SRING.
In caso termino la validità di tale contratto con le modalità sopra definite il gruppo dei Becchini avrà l'obbligo di abbandonare il territorio Milanese entro 10 giorni, salvo diversa concessione da parte del Duca in carica, su sua discrezione, per eventuali contrattempi.


Inoltre se infranto un solo impegno ]fra i punti sopracitati da parte di un individuo del gruppo dei Becchini, egli verrà dichiarato NEMICO DEL DUCATO DI MILANO con rispettive applicazioni del ''Codice sulla protezione e sulla sicurezza'', Libro VI del CODEX IURIS MEDIOLANI DUCATI nei suoi confronti in aggiunta all'immediato inserimento nella Lista Nera degli Eserciti Ducali. Se infranto un impegno da più appartenenti a tale gruppo, i provvedimenti di cui sopra varranno per tutti gli individui appartenenti o sospettati appartenenti al gruppo stesso.

Il contratto vincola le parti per il solo suolo Milanese.


Per una Milano sempre migliore.



Per il Ducato di Milano, su votazione favorevole da parte del Consiglio Ducale,


Sua Grazia ed Altezza Imperiale

Duchessa del Ducato di Milano



Per i Becchini



Per nulla osta della Santa Chiesa Aristotelica:
L'Arcivescovo di Milano
S.Em. Rev.ma Cardinal Samuele Borgia detto "Samuele"



L'Arcivescovo di Ravenna
S.Em. Rev.ma Cardinal Attanasio Borgia detto "Attanasio"





Pro Mediolano!

Sua Grazia ed Altezza Imperiale

Duchessa del Ducato di Milano

Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Fedrick.



Maschio
Numero di messaggi : 455
Località : Sulmona R2S
Data d'iscrizione : 10.03.16

MessaggioTitolo: Re: Comunicati da Milano Mar 7 Giu - 5:19:21

Citazione :


Milano, 07 Giugno 1464

Io, Silvia Laura Cybo Malaspina Asburgo d'Argovia "Lauraxd", Duchessa del Ducato di Milano, confermo, con il presente atto, tutte le leggi ed i decreti precedenti, compresi tutti i codici del Codex Iuris Mediolani Ducati.

In Fede

Silvia Laura Cybo Malaspina Asburgo d'Argovia,
Duchessa del Ducato di Milano

Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Fedrick.



Maschio
Numero di messaggi : 455
Località : Sulmona R2S
Data d'iscrizione : 10.03.16

MessaggioTitolo: Re: Comunicati da Milano Dom 28 Ago - 2:20:54

Citazione :



CONCORDATO TRA IL DUCATO DI MILANO E LE COMPAGNIE MILITARI MILANESI " CMM "

Ducato di Milano, 25 Agosto 1464

Il giorno 25 agosto dell'anno MCDLXIV,

I presenti, Sua Altezza la Duchessa di Milano, Virginia Von Bismark, unitamente al Conestabile delle Compagnie Militari Milanesi Victoria Ferramosca, in funzione dei ruoli da loro ricoperti, di comune accordo si impegnano a rispettare il presente Concordato tra le parti.
CONCORDATO TRA IL DUCATO DI MILANO E LE COMPAGNIE MILITARI MILANESI "CMM"


Articolo I - Il Ducato di Milano riconosce l'autorità della figura del Conestabile, nell'amministrare e gestire le Compagnie Militari Milanesi secondo la Carta dell'Esercito in vigore presso le stesse. Nessuna autorità di Milano ha il potere di interferire, modificare o negare la validità della Carta e le scelte degli ufficiali delle Compagnie in merito alla gestione delle stesse.

Articolo II - Il Conestabile riconosce l'autorità della figura del Duca come comandante supremo degli eserciti milanesi, di cui le Compagnie entrano a far parte per la durata di questo Concordato, il quale può avvalersi della collaborazione del Conestabile e dei suoi ufficiali per coordinare le operazioni di mobilitazione e dispiegamento che si dovessero rendere necessarie.

Articolo III - A seguito di questo Concordato, le Compagnie sono obbligate ad intervenire ,su richiesta del Duca, in caso di DIFESA del territorio del Ducato di Milano o di un suo Alleato. Le Compagnie non sono tenute a muovere i propri soldati in caso di ATTACCO a territori stranieri, oltre il confine del Ducato, senza venire meno ai loro obblighi presenti in questo Concordato. Il Conestabile ha facoltà di trattenere i propri soldati entro i confini del Ducato ed impiegarli nella difesa delle città.
Devono comunque garantire la difesa del territorio in ogni caso se il Ducato di Milano entra in guerra.

Articolo IV - In caso di mobilitazione su richiesta del Duca, le Compagnie si impegnano ad eseguire nel minor tempo possibile tale ordine e di prestare servizio per tutto il tempo necessario al completamento dell'operazione e comunque fino a nuovo ordine.

Articolo V - Le Compagnie possono creare, gestire e mantenere le proprie armate sul territorio del Ducato di Milano. Tali Armate vengono utilizzate in caso di mobilitazione come scelta preferenziale dove far confluire i soldati delle Compagnie e quelli forniti dal Ducato di Milano. Le Armate delle Compagnie possono rimanere a difesa passiva sul territorio del Ducato o all'interno delle città, a discrezione del Conestabile e con il benestare del Duca. In caso contrario o in mancanza di necessità, possono rimanere fuori le mura senza alcun ruolo specifico assegnato dal Ducato. In questo caso le Compagnie provvedono in modo autonomo al loro mantenimento o alla dismissione delle stesse.I territori di pattugliamento sono: Parma, Fornovo, Piacenza e Lodi, salvo casi straordinari (guerra, assistenza all'Impero) in cui verranno definiti nuovi incarichi.

Articolo VI - Le parti si impegnano a far rispettare tale Concordato per una durata non inferiore a 12 mesi dalla firma. Il rinnovo del presente concordato non è vincolato nè condizionato pertanto alla scadenza dovrà essere rinnovato in maniera espressa da ambedue i contraenti. In caso di rifiuto ovvero di mancato espresso rinnovo da una delle due parti il Concordato è da considerarsi risoluto/decaduto.
In caso di rescissione anticipata (prima dei 12 mesi) la parte lesa viene risarcita nella misura seguente: paga di un sodato x il numero di soldati delle CMM che hanno prestato servizio x 30 giorni x 12 mesi.
Il numero dei mesi e dei giorni nel calcolo, viene decurtato per ogni giorno/mese trascorso di validità dopo la stipula del presente Concordato.
La paga minima di ogni soldato viene individuata in 17 ducati che potrà essere versata tanto in merci quanto in sola cifra monetaria secondo quanto deciso dal Duca.

Articolo VII - Solo il Duca avrà diritto di accedere alle sale di comando delle Compagnie utili a gestire e controllare l'eventuale mobilitazione e come osservatore per la gestione delle Compagnie, affinchè venga verificato il rispetto per gli impegni presi.
Il Duca ha il dovere di mantenere il riserbo su ogni argomentazione e non possono pubblicare o diffondere notizie e dati privati delle Compagnie.

Articolo VIII - Le sale di coordinamento e di confronto con il Capitano e il Prefetto, saranno predisposte presso la sede dell'Esercito Ducale.

Articolo IX - Il Ducato di Milano si impegna a fornire ai soldati impegnati in armata le necessarie cure mediche per affrontare le eventuali epidemie, a proprio carico.

Articolo X - Il Ducato di Milano autorizza le CMM a provvedere a regolare reclutamento, anche in pubblica piazza, nelle modalità e nei tempi preferiti.

Articolo XI - Le Compagnie Militari Milanesi sono tenute a gestire le liste delle armate (bl ed fl) in conformità alla legislazione vigente in materia e in totale collaborazione con il Prefetto.

Articolo XII - La Duchessa di Milano, Virginia Von Bismark, detta Bisbetica69 si impegna a rispettare il presente Trattato.
La Conestabile delle CMM, Victoria Ferramosca, detta Baakmat, si impegna a rispettare questo Trattato.

Questo Trattato non può essere modificato senza il consenso di entrambe le autorità competenti.


Firmato a Milano il giorno 25 del mese di Agosto dell'Anno di grazia 1464

A nome del Ducato di Milano

Duchessa del Ducato di Milano




A nome delle Compagnie Militari Milanesi

Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Fedrick.



Maschio
Numero di messaggi : 455
Località : Sulmona R2S
Data d'iscrizione : 10.03.16

MessaggioTitolo: Re: Comunicati da Milano Dom 28 Ago - 2:21:22

Citazione :
Milano, 27 agosto 1464

In merito alla stesura del Concordato tra il Ducato di Milano e le CMM, i Consiglieri attuali e quelli uscenti appartenenti ai partiti ed ai gruppi firmatari di questo documento tengono a precisare che la stesura dello stesso è avvenuta in sale private alle quali avevano accesso esclusivamente la Duchessa, il Conestabile, il Capitano (per un breve periodo iniziale) ed il Sergente (per la conclusione delle trattative).
Il Consiglio è stato quindi esautorato del tutto dalla preparazione del documento ed è stato informato dell'incontro solo a discussione iniziata, sollevando le proteste della maggioranza dei Consiglieri.
Il decreto è stato poi presentato al Consiglio, ricevendo solo pareri contrari e, nel pomeriggio del 26 agosto, una diffida a procedere da parte dei Consiglieri Susiku, Guzz, Gabriel_junior, Egriku, Thecracken e Maosw. La sera stessa la Duchessa, ignorando quanto le veniva chiesto, ha proceduto a pubblicare l'accordo in piazza.

Con il presente documento i partiti ed i gruppi firmatari si dissociano in maniera netta e ferma dal documento recentemente firmato per il quale non si è seguito un iter di approvazione consono per una questione di elevata importanza come è la sicurezza e la difesa del Ducato.


Onestà e Fierezza


Pro Impera


Gruppo TNT



Partito Popolare Milanese


Utopia
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Fedrick.



Maschio
Numero di messaggi : 455
Località : Sulmona R2S
Data d'iscrizione : 10.03.16

MessaggioTitolo: Re: Comunicati da Milano Gio 13 Ott - 23:49:03

Citazione :


Milano, 13 ottobre 1464

In merito ai fatti di Fornovo della notte scorsa, ho intenzione di fare la massima chiarezzza su tutta la vicenda.

Come molti milanesi sapranno, gli Amesha sono rimasti a Genova per molti mesi. Recentemente, hanno deciso di spostarsi verso province esterne all'Impero.

In data 7 ottobre mi è stata recapitata una prima missiva con la quale mi veniva comunicato che si sarebbero mossi attraversando le provincie imperiali, per poi uscire dai territori dello SRING. Nella lettera era scritto espressamente di non metterci in allarme, il suo scopo era solo quello di informarci della possibilità del loro passaggio attraverso il nostro Ducato.
Decisi di non divulgare la notizia per non creare allarmismo.

L'11 ottobre, saputo che iniziavano a muoversi ed erano tra Chiavari e La Spezia, decisi di avvisare il Consiglio e lo SM che si stavano muovendo e che li avremmo lasciati passare.

Ieri, 12 ottobre, iniziarono ad arrivare notizie che li davano tra Fornovo e Parma. La cosa mi stupì, dato che un salto di 4 nodi in una notte è impossibile per un gruppo, ancor più per un'armata. Pensai che le notizie del giorno precedente fossero false e diedi per buone quelle più recenti, anche perchè venivano date per buone da vari livelli dell'amministrazione imperiale.
Contenstualmente, iniziavano ad arrivare accuse dall'Impero verso il Ducato che dicevano che avevamo messo Caleblost, il loro comandante, in BL. Ovviamente notizie false, dato che non vi era nessun motivo per farlo, anzi, le nostre intenzioni erano di lasciarli passare ed avvisare la popolazione del loro passaggio solo una volta che si fossero allontanati, in modo da non creare scompiglio.
La sera stessa, per precauzione, provai a contattare il Comandante dell'armata di Fornovo, Xena1980, per far inserire il loro esercito tra le armate amiche, per maggior tranquillità. Riuscii a trovarla in taverna e le comunicai l'ordine, che eseguì subito dandomene conferma immediatamente.
Ricordo che, secondo le varie fonti, dovevano essere già passati per Fornovo, quindi teoricamente era inutile l'inserimento delle liste amici, ma lo feci comunque in via precauzionale.

Ci tengo comunque a sottolineare come non ci è arrivata NESSUNA richiesta per poter passare sul suolo milanese. Solo comunicazioni imperiali piuttosto generiche.
Così come noi non sappiamo ancora chi c'è nell'armata degli Amesha, in particolare non sappiamo se ci sono nominativi presenti nella nostra BL.

Riguardo la scorsa notte, l'armata milanese di stanza a Fornovo era amichevole, aveva l'armata di Caleblost tra gli amici e cercava di evitare lo scontro, lasciandoli passare.
Nonostante questo, è avvenuta battaglia, durante la quale io ed un altro volontario siamo rimasti feriti mortalmente, mentre un soldato è rimasto ferito in modo meno grave.

Al momento, la situazione sostanzialmente non è cambiata. L'esercito di Caleblost, che dovrebbe trovarsi tra La Spezia e Fornovo, è ancora in lista amici e l'armata di Xena1980 è ancora amichevole.
Abbiamo tuttavia fatto svuotare la BL dell'esercito, in modo da essere sicuri che il problema non fosse legato a questa lista, ed è stata alleggerita la FL togliendo nomi di fidati milanesi, che comunque non rischiano nulla dato che l'armata non è in aggressivo.

Solo domattina sapremo come si concluderà la vicenda.
Posso solo dire che noi ci siamo impegnati in tutti i modi per evitare un nuovo scontro, facendo tutto quanto era possibile.


In fede,

Bartolomeo Ortega Epelfing
Visconte di Castell'Arquato
Duca di Milano

Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Fedrick.



Maschio
Numero di messaggi : 455
Località : Sulmona R2S
Data d'iscrizione : 10.03.16

MessaggioTitolo: Re: Comunicati da Milano Dom 18 Dic - 3:00:16

Citazione :

COMUNICATO CONGIUNTO IN OTTEMPERANZA A QUANTO DISPOSTO DA SUA MAESTA’ IMPERIALE

Al Reggente di Firenze Killpig049 e al suo Consiglio,
Alla popolazione di Firenze,
A tutti coloro che sono interessati,

Il Ducato di Modena nella persona del Duca Sua Grazia Ercolino Della Scala detto “Ercolino”, il Ducato di Milano nella persona del Duca Gabriel Ludovisi II detto “Gabriel_junior”, la Repubblica di Genova nella persona del Doge Nicolas Aleramico Imperiale detto “Snikers”
Ritengono sia necessario mettere fine alle personali congetture e illazioni di alcuni esponenti del movimento indipendentista fiorentino, che rischiano di alterare la verità dei fatti.
Modena, Milano e Genova sono tuttora parte del Sacrum Romanorum Imperium Nationis Germanicae del quale accettano e seguono le scelte e indicazioni.
Per tale motivo coloro che sono stati definiti traditori da parte dell'Impero lo saranno anche per Modena, Milano e Genova.
Le Province definite nemiche dall'Impero lo saranno anche per Modena, Milano e Genova.

Oggi più che mai tale decisione unanime da parte di tre Province Italiche fedeli all’Impero deve essere ribadita con fermezza. Ma con la medesima fermezza Milano, Modena e Genova tendono la mano a Firenze nella speranza che ravveda la sua decisione.

Non possiamo inoltre in alcun modo accettare che organizzazioni criminali, da sempre minacciose nei confronti della sicurezza delle varie Province e dell’Impero, interferiscano pesantemente schierandosi in difesa o contro la secessione fiorentina.
Chiediamo quindi al Signore di Firenze di giurare fedeltà a Sua Maestà Imperiale e a seguire, per volontà comune delle parti, sedersi ad un tavolo con lui per parlare.
Nel ribadire comunque la nostra fedeltà all’impero, in ottemperanza ai comunicati imperiali comunichiamo quanto segue:
- Ogni varco di confine verrà controllato e monitorato e la circolazione proibita, così come gli attracchi portuali, a tutti coloro che sono stati dichiarati traditori da Sua Maestà Imperiale;
- I Diplomatici attualmente sul territorio di Firenze verranno mantenuti fino alla decisione ultima di Firenze, a seguire se non ci saranno sviluppi saranno ritirati;
- I commerci sia in ingresso che in uscita da Firenze alle Province firmatarie del presente documento verranno congelati o aboliti
Auspichiamo che il dialogo sia la soluzione per appianare ogni divergenza come quelle di un padre con un figlio.
Auspichiamo che la lungimiranza e la visione del futuro prevalga su immediate prese di potere che non porterebbero vantaggi per nessuno ma solo sangue e dolore.

Nella speranza del ritorno alla normalità che ha costruito la storia delle nostre Province unite nell'Impero compresa Firenze, preghiamo l'Altissimo perché illumini le menti di coloro che sono chiamati a governarle.


Addì XV Dicembre 1464


Il Duca di Modena


Il Duca di Milano




Il Doge di Genova
Nicolas Aleramico Imperiale
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Fedrick.



Maschio
Numero di messaggi : 455
Località : Sulmona R2S
Data d'iscrizione : 10.03.16

MessaggioTitolo: Re: Comunicati da Milano Mar 21 Feb - 1:15:19

Citazione :


VIII Febbraio MCDLXV

In rappresentanza di Sua Grazia Ginevre Asburgo d'Argovia e del Consiglio Ducale

il Portavoce Enrico Connor de Jourdonnais dei Rossi


RENDE NOTO CHE:



Noi Ginevre Asburgo d'Argovia, Duchessa di Milano, con il presente comunicato vogliamo ringraziare, a nome di tutto il Ducato di Milano, dama Vale_f91, Viscontessa di Rocca Pia per aver offerto aiuto ai nostri due concittadini Flavio Cesare del Lion d'oro e Shanda caduti vittima di un attacco pirata.




In fede,
Enrico Connor de Jourdonnais dei Rossi
Portavoce del Ducato di Milano




Ginevre Asburgo d'Argovia
Baronessa di Valdidentro
Duchessa di Milano

Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Fedrick.



Maschio
Numero di messaggi : 455
Località : Sulmona R2S
Data d'iscrizione : 10.03.16

MessaggioTitolo: Re: Comunicati da Milano Mar 21 Feb - 11:06:19

Citazione :



XXI Febbraio MCDLXV


Al popolo Milanese tutto,

Noi Ginevre Asburgo d'Argovia, Duchessa di Milano, con il presente comunichiamo che, il Ducato ha subito gravi minacce da parte del gruppo denominato Amesha.

Giorni cupi attendono le nostre terre, chiunque sia disponibile a difendere la propria terra può contattare direttamente i consiglieri o entrare nella tenda dell’esercito in piazza per dare la propria disponibilità.
Inutile dirvi che il pericolo è serio ma insieme potremo dimostrare che nulla ferma Milano.

In fede,

Ginevre Asburgo d'Argovia

Duchessa di Milano
Baronessa di Valdidentro


Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Fedrick.



Maschio
Numero di messaggi : 455
Località : Sulmona R2S
Data d'iscrizione : 10.03.16

MessaggioTitolo: Re: Comunicati da Milano Mar 28 Feb - 6:52:34

Citazione :


XXVIII Febbraio MCDLXV

Sua Grazia Ginevre Asburgo d'Argovia e del Consiglio Ducale

Con la presente il Ducato di Milano partecipa al dolore della popolazione del Regno delle due Sicilie, affranto dalla morte della regina Camilla Melissa



In fede,

Ginevre Asburgo d'Argovia
Duchessa di Milano
Baronessa di Valdidentro

Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Fedrick.



Maschio
Numero di messaggi : 455
Località : Sulmona R2S
Data d'iscrizione : 10.03.16

MessaggioTitolo: Re: Comunicati da Milano Lun 14 Ago - 10:30:28

Citazione :


XX Luglio MCDLXV

In rappresentanza di Sua Grazia Markus GianMaria Casanova e del Consiglio Ducale

Il Portavoce Miranda Sofia Bentivoglio


RENDE NOTO CHE:


In seguito all'attacco pirata avvenuto sul Po ai danni dei cittadini modenesi e milanesi, il Ducato di Milano ha preso i seguenti provvedimenti:
-Ha provveduto ad allertare i Sindaci delle città portuali e avvertire/sostituire i Capiporto nelle ore di emergenza;
-Ha monitorato i movimenti fluviali;
-Ha preso accordi con tre caracche e una galea di civili ancorate nei porti milanesi e , sotto la guida del Duca che ha assunto momentaneamente il ruolo di Ammiraglio, ha organizzato una missione difensiva: Le navi, ricevuto l'allarme, sono partite per bloccare l'accesso alle acque milanesi. In seguito hanno raggiunto Mantua, spingendosi poi fino alla foce per controllare gli spostamenti dei pirati, che, fortunatamente, hanno abbandonato il fiume.

I merito alla suddetta missione:
questa si dichiara ufficialmente CONCLUSA.
Le navi civili coinvolte sono nuovamente libere da ogni impegno.

Il Po è di nuovo sicuro.
Resta comunque imperativo porre molta attenzione e sapere a quali rischi si vada incontro prima di viaggiare in nave.
I cittadini possono fare riferimento alla figura del Duca per informazioni sulla navigazione.

Il Ducato desidera ringraziare i cittadini che hanno prestato il loro aiuto in questa missione:

Il Capitano Dodos e il suo equipaggio:

Fiamma.
Giannikick
Rosa_selvaggia
Karlofthelake
Teresaanna
Mirandal


Inoltre si ringraziano i Capitani
Moisi_golem_komneni.
Xhem_shpata
Estelle_

e i loro equipaggi:

Andrea.golemi
Gjin_maneshi
Luka_golemi
Pjeter.golemi
Portsi
Titi000
Aga.shpata
Hud
Elvana
Gentitrim
Alehandro001
Aaron.golemi
Mathilda_golemi
Komita_balsha

per l' aiuto offerto completamente a titolo gratuito.




In fede,

Sua Grazia
Markus GianMaria Casanova
Conte di Monticelli d'Ongina
Barone Imperiale di GieSSen e Barone di Caorso
Cavaliere Benemerito del Ducato di Milano
Duca del Ducato di Milano



Cavaliere di Benemerenza e di Merito del Ducato di Milano
Signora di Versasio
Portavoce del Ducato di Milano
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Fedrick.



Maschio
Numero di messaggi : 455
Località : Sulmona R2S
Data d'iscrizione : 10.03.16

MessaggioTitolo: Re: Comunicati da Milano Lun 25 Set - 6:07:52

Citazione :


XXIV Settembre MCDLXV

In rappresentanza di Sua Grazia Silvia Laura Cybo Malaspina Asburgo d'Argovia e del Consiglio Ducale

Il portavoce del Ducato di Milano Rosa Matilde Vivienne Casanova De La Roche in Montefeltro


RENDE NOTO CHE:

Alle ore 14 del 24 Settembre 1465 la nave milanese "Le ali di Mila" di proprietà di Milady, e comandata dalla stessa, è stata affondata al largo di Silvi dalla "Cathy" del pirata Aidi.
La galea dei nostri mercanti dopo essere stata affiancata dal pirata alle ore 10, ha subito un primo colpo alle 12 subendo gravissimi danni e poi nuovamente alle ore 14 un colpo fatale venendo quindi affondata nel mar Adriatico, a precisa distanza dalla visionabilità dei CapiPorto Abruzzesi, nel riquadro X=185, Y=206.

Citazione :
24/09/1465 12:01 : La vostra flotta ha inflitto 0 punti di danno alle seguenti navi: Cathy.
24/09/1465 12:01 : La vostra nave è stata danneggiata per un totale di 12 punti di danno.

24/09/1465 14:01 : La vostra nave Le Ali di Mila è affondata. Tra le urla dell'equipaggio, sentite i ringraziamenti dei pesci.

Il consiglio tutto è vicino ai milanesi che hanno vissuto questa terribile vicenda.


In fede,

Sua Grazia
Silvia Laura Cybo Malaspina Asburgo d'Argovia
Duchessa del Ducato di Milano






Portavoce del Ducato di Milano

Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Fedrick.



Maschio
Numero di messaggi : 455
Località : Sulmona R2S
Data d'iscrizione : 10.03.16

MessaggioTitolo: Re: Comunicati da Milano Dom 8 Ott - 8:50:10

Citazione :


VI Ottobre MCDLXV

In rappresentanza di Sua Grazia la Duchessa Silvia Laura Cybo Malaspina Asburgo d'Argovia

Il Capitano del Ducato di Milano, Sara Ferramosca

RENDE NOTO:

in seguito alla votazione interna tra i membri delle Forze Armate del Ducato di Milano, la nomina di Rebecca Sofia di Montefeltro detta Milady, come nuovo Ammiraglio.

Nel contempo ringraziamo anche la Contessa Barberini per la disponibilità.


Capitano del Ducato di Milano
Contessa di Lecco
Baronessa di Berceto

Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Comunicati da Milano

Torna in alto Andare in basso
 
Comunicati da Milano
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Torna in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Milano s.Rita
» mi consigliate un posto carino e romantico vicino a Milano?
» MILANO - SAN RAFFAELE
» MILANO - Mangiagalli-Regina Elena
» Milano - Casa di cura IGEA

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Palazzo Reale di Napoli :: Milano-
Vai verso: