IndiceIndice  Lista UtentiLista Utenti  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Condividi | 
 

 Notizie da Milano

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Seguente
AutoreMessaggio
Ser.Bartolomeo

avatar

Maschio
Numero di messaggi : 55
Data d'iscrizione : 20.01.10

MessaggioTitolo: Re: Notizie da Milano Mer 17 Mar - 8:26:35

Devo fare qualcosa riguardo alla guerra nascente tra milano e genova??
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Elisabetta Maria

avatar

Femmina
Numero di messaggi : 1517
Data d'iscrizione : 04.03.09

MessaggioTitolo: Re: Notizie da Milano Mer 17 Mar - 10:24:51

Fra oggi e domani avrai un comunicato al riguardo, ne stiamo parlando in parlamento Wink

_________________
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://palazzoreale.forumattivo.com
ilamar



Femmina
Numero di messaggi : 84
Data d'iscrizione : 08.03.10

MessaggioTitolo: Re: Notizie da Milano Gio 18 Mar - 7:51:24

Da comunicare all'ambasciata di competenza.


Citazione :
[rp]

Regno delle Due Sicilie


Ai Duchi di Modena e Milano,
al Doge di Venezia,
ai sudditi fedeli del Sacro Romano Impero,
a tutte le genti italiche,
a coloro che leggeranno.
Saluti!


Noi, Heria Velle d’Altavilla, Contessa di Vairano, Regina delle Due Sicilie, siamo venuti a conoscenza della dichiarazione di guerra di Milano alla Repubblica di Genova e quindi dello scadere dell’ultimatum promosso da Modena e Venezia nei confronti della stessa e della loro dichiarazione di guerra.

A nome del Regno che rappresentiamo, esprimiamo la nostra solidarietà innanzitutto ai nostri alleati Modena e Venezia e alla nostra amica Milano. Immaginiamo e comprendiamo quanto tale decisione debba essere stata lunga e sofferta e che si è giunti a tanto solo perché infine nessun’ altra soluzione è stata possibile. Siamo altresì convinti che le potenze in questione manterranno fede alla parola data e cercheranno di limitare con ogni sforzo i turbamenti e i disagi per la popolazione civile.

Ma la nostra solidarietà va soprattutto al Sacro Romano Impero e all’Imperatore. Il Regno delle Due Sicilie non ha mai riconosciuto l’indipendenza della Repubblica genovese e reputa l’autonoma fuoriuscita della stessa un atto grave. La Sovranità di uno Stato e la legittimità di un Imperatore sui suoi territori non possono essere violate e restare impunite, tanto più se la volontà di secessione non appartiene nemmeno unanimemente alla popolazione civile di quella provincia.

Il Regno delle Due Sicilie è vicino agli stati italici fedeli o amici dell'Imperatore del Sacro Romano Impero ma comunica che esso non invierà aiuti militari a meno che non intervenissero condizioni per cui saremmo chiamati ad onorare i trattati sottoscritti coi nostri alleati e ancor più ci sentiremmo chiamati ad onorare quel vincolo di amicizia che ci lega ad essi.

Nel frattempo, non possiamo che unirci alle preghiere della Signora di Siena, la Contessa Sophie De Polignac
e di chiunque si augura in queste ore, che Genova ritorni sulle proprie decisioni prima che accada l’irreparabile.


Redatto il 18 Marzo 1458 a Napoli


Heria Velle d'Altavilla
Contessa di Vairano
Regina delle Due Sicilie




Elisabetta Maria D'Oria Borbone "Lady_carey"

Contessa di Albe
Cancelliere delle Due Sicilie

[/rp]
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Ser.Bartolomeo

avatar

Maschio
Numero di messaggi : 55
Data d'iscrizione : 20.01.10

MessaggioTitolo: Re: Notizie da Milano Gio 18 Mar - 11:27:25

Postato! Very Happy
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
ilamar



Femmina
Numero di messaggi : 84
Data d'iscrizione : 08.03.10

MessaggioTitolo: Re: Notizie da Milano Mar 23 Mar - 5:54:51

Da comunicare all'ambasciata di competenza.


Citazione :


Regno delle Due Sicilie


Al Doge della Repubblica di Genova,
all’Ordine Templare,
a tutte le genti italiche,
a tutti coloro che leggeranno.
Saluti!


Noi, Heria Velle d’Altavilla, Contessa di Vairano, Regina delle Due Sicilie apprendiamo dell’elezione del nuovo Doge nella Repubblica di Genova e leggiamo con letizia le sue parole che parlano di pace e dell’intento di continuare il lavoro diplomatico. Crediamo che quella operata dalla Repubblica di Genova e dai suoi governanti sia stata la scelta giusta, una scelta che ha innanzitutto evitato scontri e carneficine inutili. Siamo inoltre sicuri che sotto la guida dell’Imperatore la Repubblica troverà la via e la forza per uscire dalla crisi, ritrovare l’unità nei suoi confini, la tranquillità delle sue genti, la prosperità delle sue terre e la pace con gli Stati Italici.

Per questi stessi motivi apprendiamo con rammarico delle azioni dell’armata Templare, condanniamo apertamente il loro operato e in questo siamo vicini al Doge Roberto Federico de' Montemayor, al Consiglio genovese e ai cittadini della Repubblica.
Sappiamo che alcuni Templari residenti nel Regno delle Due Sicilie si sono recati a Genova contro la volontà della Santa Chiesa. Questo episodio non può che farci ricordare di quando fu il Regno stesso a chiedere ai Templari di sostenere l’esercito Regio e nonostante l’esistenza di un concordato e pur avendo essi avuto il permesso dalle autorità ecclesiastiche, il Regno si vide opporre un rifiuto.
Quella volta solo per nostra magnanimità lasciammo correre ma questa volta non possiamo guardare senza profferire parola come concordati non vengano rispettati e come l’agire di un Ordine che dovrebbe essere sottomesso alla Chiesa vada addirittura contro di essa.

Per cui annunciamo che se l’esercito guidato da messer Clodoveo non verrà sciolto entro 24 ore dalla pubblicazione del presente comunicato, il Regno delle Due Sicilie non riterrà più valido il concordato fra esso e l’Ordine Templare, con tutto ciò che ne consegue.


Redatto il 22 Marzo 1458 a Napoli


Heria Velle d'Altavilla
Contessa di Vairano
Regina delle Due Sicilie




Elisabetta Maria D'Oria Borbone "Lady_carey"

Contessa di Albe
Cancelliere delle Due Sicilie

Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Elisabetta Maria

avatar

Femmina
Numero di messaggi : 1517
Data d'iscrizione : 04.03.09

MessaggioTitolo: Re: Notizie da Milano Gio 25 Mar - 7:31:45

Bartolomeo, consegna questo trattato a Milano, informali che è la versione definitiva.

Ho inserito i nomi mancanti dalla prefazione, sistemato le tag ed aggiunto la clausola sulla lingua.

Citazione :
Trattato d'amicizia tra il SRING il Regno delle Due Sicilie e la Serenissima Republica di Venezia.


Nella loro grande saggezza, Sua Serenità Fly91 Della Carmagnola, Serenissimo Doge della Repubblica di Venezia, Don Stefan Sforza "Sir_Biss", Duca del Ducato di Milano, Sophie De Polignac "Sophy" Contessa di Sinalunga, Signora di Siena, Edoardo Cybo-Malaspina "The_prince" Barone di Aulle, Duca di Modena, Marjolainne de Reaumont_Kado'ch, Duchessa della Lorena, Sanguinela de la Roche Blanche, Duchessa di Savoia, Heria Velle d'Altavilla, Contessa di Vairano, Regina delle Due Sicilie, desiderano mettere per iscritto il presente trattato d'amicizia, per rafforzare i legami tra le proprie terre, con la speranza che le relazioni tra le parti contraenti siano basate sull'amicizia e la collaborazione.


ARTICOLO I - Del riconoscimento di sovvranità -

Le parte riconoscono le altre parti come indipedenti e sovrani nelle lore terre, e questo in modo inalienabile.

Gli ordini di stato (collana o imperiali) delle parte stabiliti nelle terre delle altre parte sono autorizzati a stabilirvisi nel rispetto dell'articolo II. Il ruolo di un tale ordine statale stabilito in un' altra terra é solo e giustamente di proseguire le buone relazione tra le parti.


ARTICOLO II - della partecipazione a qualsiasi trattato -

Le parti contraenti si impegnano a non partecipare ad alcun trattato, accordo o convenzione ostile alle altre parti e contrario al presente trattato. Sono considerati ostili i trattati, accordi o convenzioni che mirano a nuocere o prendere con la forza parte del territorio dell'uno dei contraenti.


ARTICOLO III- della non aggressione -

a) Il SRING, il Regno delle Due Sicilie e la Republica di Venezia s’impegnano a non intraprendere l'una contro l'altra alcuna azione militare.
Di conseguenza le Altezze Reali, con i rispettivi consiglieri s'impegnano a non far entrare sul territorio della controparte le proprie armate, salvo un esplicita autorizzazione dello stato ospitante.

b) Le tre parti non saranno ritenute come responsabili di potenziali disordini commessi da armate non legittime venute dall'uno o dall'altro Regno. In questo caso, uniranno le loro forze per combattere i traditori.

c) Il SRING il Regno delle Due Sicilie e la Republica di Venezia, con i loro rispettivi consiglieri e cittadini s'impegnano a non creare, sostenere o incoraggiare disordini sul territorio della controparte con qualunque mezzo (sommosse etc.).


ARTICOLO IV - del commercio -

a) I ministri economici dei rispettivi stati si impegnano a collaborare e se necessario a scambiarsi informazioni, a patto che non rivelino dati che possano mettere in pericolo la sicurezza e la stabilità politica, economica e sociale del proprio paese.

b) Qualora la situazione politico-economica lo permetta, il SRING il Regno delle Due Sicilie e la Republica di Venezia si impegnano a favorire i commerci fra le controparti.
Ogni volta se ne presenterà l'occasione, le merci verranno trasportate preferibilmente da membri del corpo diplomatico, scortati da cavalieri riconosciuti tali dai firmatari.
Il costo del trasporto, salvo diverso accordo, sarà equamente diviso tra le province in causa.

c) Le Parti contraenti, si impegnano a non condurre destabilizzazione economica l'una verso l'altra, ed a punire gli autori se provenienti dai propri territori o le persone che agiscono sul loro territorio.


ARTICOLO V - della cultura -

a) Le Parti si impegnano a favorire lo scambio culturale, artistico e scientifico fra il SRING il Regno delle Due Sicilie e la Republica di Venezia, mediante l’organizzazione di eventi (mostre, corsi, feste) che vengano accordati, allo scopo di aumentare il prestigio di entrambi i territori.Inoltre i contraenti sostengono anche i municipi che vogliono impegnarsi a questo scopo.

b) Visto e considerato l'importanza della cultura e della scienza i contraenti si impegnano, se richiesto, a mettere a disposizione dei rettori e degli studenti alcune stanze, presso i propri castelli, ove, gli accademici potranno confrontarsi e dedicarsi agli studi.

c) Qualora un Università dei Firmatari abbia necessità di docenti, se richiesto nella figura del magnifico rettore, l'altra parte si attiverà per cercare di soddisfare questo bisogno.
La controparte si impegna ad assicurare almeno 20 ( venti ) lezioni della materia in questione, nel corso di 20 ( venti ) giorni dal momento in cui il professore arriva nella prima città del territorio ospitante, e tali lezioni saranno affidate interamente e solamente al docente ospite. Il docente ospite si obbligherà a rispettare il salario usuale dell'università ospitante (a meno che un salario diverso non sia stato preventivamente stabilito con il Rettore dell'università ospitante).
Eventuali altre lezioni saranno decise in comune accordo tra i professori ed il rettore o senato accademico della provincia ospitante. Infine il governo dei firmatari si obbliggherà, su richiesta del docente ospite, a fornirgli un mandato per poter trasportare i guadagni del periodo di insegnamento in sicurezza sulla via del ritorno.

d) Di volta in volta i docenti ed il Rettore dell'università ospitante si accorderanno per le spese dei viaggi.


ARTICOLO VI - della modifica del trattato -

Il trattato può esser modificato solo tramite accordo scritto di entrambi i soggetti firmatari.
In caso di disaccordo il trattato rimane in vigore.


ARTICOLO VII - rottura del trattato -

a) I Firmatari e i loro successori si impegnano a rispettare gli articoli di questo trattato.

b) Il trattato può esser annullato o per mutuo consenso delle due parti firmatarie o per inadempimento degli articoli o clausole presenti nel Trattato.In caso di inadempimento,la contraparte danneggiata potrà decidere di non rendere nullo il trattato. Se invece decide di romperlo, dovrà manifestare il suo desidero come previsto nel punto d) di questo articolo.

c) Nel caso in cui uno dei contraenti, dichiari guerra, attacchi o invada uno stato alleato della controparte, il presente trattato sarà considerato nullo.

d) Il contraente che desidera porre fine al presente trattato deve far pervenire una lettera ufficiale di denunzia presso la sede diplomatica dell'altro contraente. Quest'ultimo dispone di 7 ( sette ) giorni lavorativi per prenderne atto. Senza risposta ufficiale che lo accenna, il presente contratto è considerato annullato passati questi termini. Le parti contraenti si impegnano a pubblicare in modo ufficiale una lettera che precisa l'abrogazione del contratto.


ARTICOLO VIII - dell'entrata in vigore del trattato -

a) Il presente trattato è scritto in due versioni, una italiana e una in francese. Le due versioni hanno lo stesso valore ed efficacia.

b) Il presente trattato entra in vigore, senza limitazione di tempo, al momento della firma di tutti i dignitari, che impegnano al rispetto del medesimo, le loro terre ed i loro popoli.


firmato a Palazzo Reale di Napoli il 23 Mars 1458


In Rappresentanza del Regno delle Due Sicilie:

Sua Altezza Reale, Heria "Velle" d'Altavilla, Sovrana delle Due Sicilie, Contessa di Vairano



Sua Eccellenza, Elisabetta Maria D'Oria Borbone "Lady_carey", Cancelliere delle Due Sicilie, Contessa d'Albe




Sua Eccellenza, Riccardo Federico D'Oria "Riccardoix" Ciambellano Reale delle Due Sicilie




In Rappresentanza della Serenissima Repubblica di Venezia:



Sua Serenità Fly91 Della Carmagnola, Serenissimo Doge della Repubblica di Venezia



Sua Eccellenza Ludovico I "Nicuz"Della Scala Conte di Feltre, Barone di Sona e Gran Ciambellano della Serenissima Repubblica di Venezia.




Giuseppe Cagliabrese Nanteuil-Malaterra, Barone d'Ischia, Ambasciatore della Serenissima Repubblica di Venezia presso lo SRING e Daniel Visconti Lancaster detto Spurio, Barone di Castellalto e Ambasciatore presso il Regno delle Due Sicilie.





In Rappresentanza del Sacro Romano Impero Germanico:

Sua Eccellenza Niconoss d'Acoma, Prime Capitaine, pour le Haut Commandement Impérial



Sua Eccelenza Raoul de Montjoie detto "Roi-lezard", Primo Cancelliere Imperiale




Modena
Sua Grazia Edoardo Cybo - Malaspina "The_Prince", Duca di Modena




Sua Eccellenza Miriam Serena "Misery" di Montefeltro, Contessa di Frignano, Gran Ciambellano di Modena




Milano
Sua Grazia Don Stefan Sofrza "Sir_Biss", Duca di Milano





Sua Eccellenza Maria Jolanda Stibbert, Gran Ciambellano del Ducato di Milano



Lorena
Sua Grazia Marjolainne de Reaumont_Kado'ch, Duchessa de Lorena




Savoia
Sua Grazia Sanguinela de la Roche Blanche, Duchessa di Savoia
Sua Eccellenza Eddo Puegmirol, Cancelliere





Siena
Sua Grazia Sophie De Polignac "Sophy", Signora di Siena



Citazione :
Traité d'amitié entre le Saint Empire Romain Germanique, le Royaume des deux Sicile et la Sérénissime République de Venise


Dans leur grandes sagesses, Sa Grandeur Fly91 Della Carmagnola, Doge de la Sérénissime République de Venise, Don Stefan Sforza "Sir_Biss", Duc de Milan, Sophie De Polignac "Sophy", Comtesse di Sinalunga, Dame de Sienne, Edoardo Cybo - Malaspina, Baron de Aulle, Duc de Modena, Marjolainne de Reaumont_Kado'ch, Duchesse de Lorraine, Sanguinela de la Roche Blanche, Duchesse de Savoie, Heria Velle d'Altavilla, Comtesse de Vairano, Souveraine des Deux Sicile, établissent le présent traité d'amitié, afin de renforcer les liens entre leurs Etats, avec l'espérance que les relations entre les parties contractantes soient basées sur l'amitié et la collaboration.


ARTICLE I - De la reconnaissance mutuelles de souverainetés -

Chacune des parties reconnait les autres parties comme indépendantes et souveraines en leurs terres, et ce de manière inaliénable.

Les ordre d'Etats d'une des parties établis dans une terre de l'autre partie est autorisé à s'installer dans le respect de l'article 2. Son rôle est précisément et uniquement d'entretenir de bonne relation entre les entités souveraines que sont l'Empire la RSdV et le R2S.


ARTICLE II - De la signature de tierces traités -

Les parties contractantes s'engagent à ne paas signer de traité, accord ou convention hostile aux autres parties et contraire au présent traité. Sont considérés hostile les traités accords ou conventions qui visent à nuire ou prendre par la force une partie du territoire d'un des contractants.


ARTICLE III - De la non agression -

a) La RSdV l'Empire et le R2S s'engagent à ne pas entreprendre l'un contre l'autre aucune action militaire.
En conséquence, les dignitaires impériaux, dignitaires républicains et Son Altesse Royale ainsi que ses conseillers, s'engagent à ne pas faire rentrer sur les terres des autres contractant leurs propres armées, saufs autorisation explicites de l'État hôtes.

b) Les parties ne seront pas retenues comme responsables de desordres potentiels commises d'armées non légitimes venues d'une autres parties contractantes. Dans ce cas, les parties uniront leurs forces pour combattre les traitres et contrevenants.

c) La RSdV, le SRING et de R2S, ainsi que leurs conseillers respectifs et citoyens, s'engagent à ne pas créer, soutenir ou encourager des désordres sur les territoires des autres parties, par quelques moyens que se soit (révoltes etc).


ARTICLE IV - Du commerce -

a) Les Commissaires au Commerce des états respectifs s'engagent à collaborer et si nécessaire à s'échanger des informations, à condition que cesdites informations ne révèlent pas de données qui puissent mettre en danger la sûreté et la stabilité politique, économique et sociale d'un territoire.

b) Au cas où la situation politico-économique le permet, Saint Empire Romain Germanique, le Royaume des Deux Siciles et la République de Venise s'engagent à favoriser le commerce entre-eux.
Chaque fois que l'occasion se présente, les marchandises doivent être transportées de préférence par des membres d'un corps diplomatique, escortés par des convoyeurs reconnus.
Le coût de tous les frais du transport, sera équitablement divisé entre les province en cause, sauf avis divergeants.

c) Les parties contractantes, s'engagent à ne pas mener de déstabilisations économiques l'une vers l'autre, et à punir d'éventuels manifestants agissant négativement sur leur territoire.


ARTICLE V - De la culture -

a) Le Saint Empire Romain Germanique, le Royaume des Deux Siciles et la Républiques de Venise s'engagent à favoriser l'échange culturel, artistique et scientifique entre-eux, au moyen d'organisations d'évènements (expositions, cours, fêtes) orchestrés pour augmenter le prestige des deux territoires. En outre les contractants soutiennent même les mairies qui veulent s'engager à cet effet.

b) Considérant l'importance de la culture et de la science, les contractants s'engagent, si demandé, à mettre à disposition des recteurs et des étudiants, quelques chambres, près de leurs châteaux, où les universitaires pourront se confronter et se dédier aux études.

c) Au cas où une université aurait besoin de professeurs, et par demande du recteur, l'autre partie s'engage à satisfaire au plus vite ce besoin.
L'autres parties s'engagent à assurer au moins 20 leçons de la matière en question en 20 jours à l'instant où le professeur arrive dans la première ville du territoire recevant, et de telles leçons seront confiées entièrement et seulement à l'enseignant venu de l'extérieur. Ledit enseignant venu de l'extérieur devra obligatoirement respecter le salaire usuel de l'université recevante (à moins qu'un autre salaire n'ait pas été antérieurement établi avec le Recteur de l'université recevante).
D'éventuelles autres leçons seront décidées en commun accord entre les professeurs et le recteur ou le Sénat Académique de la province recevante. Enfin l'autre gouvernement fournira, sur demande de l'enseignant venu de l'extérieur, un mandat pour pouvoir transporter les gains de la période d'enseignement en sûreté.

d) En échange les professeurs et le recteur de l'université recevante s'accorderont pour les frais des voyages.


ARTICLE VI - De la modification du traité -

Le traité peut être modifié seulement par accord écrit entre les trois signataires.
En cas de désaccord le traité restera en vigueur.


ARTICLE VII - Rupture du traité -


a) Les Signataires et leurs successeurs s'engagent à respecter les articles de ce traité.

b) Le traité peut être annulé par consentement des parties signataires, suite à non respect des articles ou clauses présents dans ledit traité. Dans un cas de non respect, une partie subissant préjudice pourra décider de ne pas casser le traité. Si au contraire elle souhaite se désengager, elle devra manifester sa volonté au préalable comme prévu dans la clause d) qui suit.

c) Au cas où un des contractants déclare la guerre, attaque ou envahit un état allié d'une autre des parties, le présent traité sera considéré cassé sur-le-champs.

d) Le contractant qui désire rompre le présent traité doit faire parvenir une lettre officielle au siège diplomatique des autres contractants. Ces derniers disposent de 7 jours pour en prendre acte. Sans réponse officielle, le présent traité est considéré comme annulé. Les parties contractantes engagent à publier officiellement une lettre publique qui précise l'abrogation du traité.


ARTICLE VIII - De l'entrée en vigueur du traité -

a) Le présent traité est écrit en deux versions, une italienne et une française. Les deux versions ont la même valeur et efficacité.

b) Le présent traité entre en vigueur, sans limite de temps, à l'instant où les dignitaires l'auront signé. Ces dits dignitaires s'engagent au respect des terres et des peuples des deux Royaumes.


Signé à Palais Royal de Naples le 23 Mars de 1458.


Représentent le Royaume des Deux Sicilies:

Son Altesse Royale, Heria "Velle" d'Altavilla, Souveraine des Deux Sicile, Contessa di Vairano




Son Excellence, Elisabetta Maria D'Oria Borbone "Lady_carey", Chancellière des Deux Sicile, Contessa d'Albe




Son Excellence, Riccardo Federico D'Oria "Riccardoix", Chambellan Royale des Deux Sicile



Représentent la Sérénissime République de Venise:



Sa Grandeur Fly91 Della Carmagnola, Doge de la Sérénissime République de Venise



Son Excellence Ludovico I "Nicuz" Della Scala , Cont de Feltre Baron de Sona, Chancellier de la Sérénissime République de Venise



Giuseppe Cagliabrese Nanteuil-Malaterra, Baron d'Ischia, Ambassadeur auprès de le Saint Empire Romain Germanique et Daniel Visconti Lancaster " Spurio", Baron de Castellalto e Ambassadeur auprès de le Royaume des Deux Siciles




Représentent le Saint Empire Romain Germanique:

Son Excellence Niconoss d'Acoma, Prime Capitaine, pour le Haut Commandement Impérial



Son Excellence Raoul de Montjoie, dit "Roi-lezard", Prime Chancelier du Saint Empire



Modena
Sa Grasce Edoardo Cybo - Malaspina, Baron d'Aulle, Duc de Modena



Son Excellence Miriam Serena "Misery" di Montefeltro,
Contessa di Frignano, Chambellan di Modena


Milano
Sa Grasce Don Stefan Sofrza "Sir_Biss", Duc de Milan




Son Excellence Maria Jolanda Stibbert, Chambellan de Duchè de Milan




Lorraine
Sa Grasce la Duchesse Marjolainne de Reaumont_Kado'ch, Duchesse de Lorraine




Savoie
Sa grasce Sanguinela de la Roche Blanche, Duchesse de Savoie
Son Excellence Eddo Puegmirol pour la chancellerie




Siena
Sa Grasce Sophie De Polignac "Sophy" Dame de Siena





_________________
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://palazzoreale.forumattivo.com
Ser.Bartolomeo

avatar

Maschio
Numero di messaggi : 55
Data d'iscrizione : 20.01.10

MessaggioTitolo: Re: Notizie da Milano Sab 27 Mar - 3:11:38

Fatto! scusate per il piccolo ritardo! Embarassed
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Ser.Bartolomeo

avatar

Maschio
Numero di messaggi : 55
Data d'iscrizione : 20.01.10

MessaggioTitolo: Re: Notizie da Milano Sab 17 Apr - 1:59:31

Citazione :
A tutti i Duchi, Dogi, Signori delle terre italiche, imperiali o francofone
Alla Santa Chiesa Aristotelica e a tutti i fedeli
Al popolo di Milano
A tutti i popoli che leggeranno

Saluti!

Noi Maria Jolanda Stibbert, Duchessa di Milano, Baronessa di Bellusco, con l'appoggio del consiglio di Milano, sosteniamo quanto segue:

- La repubblica di Genova, in base agli accordi presi con la prima resa doveva rientrare entro 3 giorni dall'insediamento del nuovo consiglio. Per clemenza e tentativo di riappacificazione è stato concesso altro tempo fino al giuramento avvenuto dopo più di 10 giorni!

- La Repubblica di Genova non doveva creare armate sul suo territorio fino alla fine delle trattative di pace. L'esercito formatosi a Ventimiglia ha necessariamente iniziato il suo concentramento ben 4 giorni fà. Contro ogni accordo!

- La repubblica di Genova ha richiesto aiuto all' Ordine cavalleresco degli Sparvieri per aggirare l'impossibilità, a parole, di eriger armate. In primis è della stessa Repubblica la colpa dello scontro avvenuto sotto le mura di Genova capitale.

- Il ducato di Milano non fermerà le sue azioni belliche fintanto che le richieste e le trattative di Pace non verranno rispettate e completate.

Apprezziamo e ringraziamo coloro che mossi da desiderio di pace ci invitano ad un tavolo di pace con loro, ma è nostro desiderio continuare le trattative già in corso presso il castello sforzesco.

A tal proposito auspichiamo che rappresentanti ecclesiastici si presentino a noi per aiutarci nel difficile compito!

Abbiamo mostrato sin troppa clemenza verso chi invece di esserci riconoscente, ha sempre utilizzato toni non consoni al ruolo che riveste e alla posizione politica internazionale del proprio stato.

Ora Milano non ha più alcuna intenzione di farsi prendere in giro, ne dalla Repubblica di Genova, ne da nessun altro stato!

Noi abbiamo cercato la pace per settimane, in risposta ai nostri sforzi ci sono giunte minacce, insulti, arroganza e presunzione!

Tanto vi dovevamo!

Milano li, 13 Aprile 1458

Maria Jolanda Stibbert
Duchessa di Milano
Baronessa di Bellusco




Eleinad Ridolfi
Gran Ciambellano di Milano

Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Ser.Bartolomeo

avatar

Maschio
Numero di messaggi : 55
Data d'iscrizione : 20.01.10

MessaggioTitolo: Re: Notizie da Milano Sab 17 Apr - 2:14:04

Citazione :




Duchessa: Mariaiolanda


GIUSTIZIA

Giudice: Cannato
Pubblico Ministero: Diegovi
Prefetto: Sulana


ECONOMIA

Ministro del Commercio: Sir_biss
Sceriffo: Fahellas
Ministro delle Miniere: Brixia


ESERCITO

Capitano: Catullo
Sergente: Ronzo12


COMUNICAZIONE

Portavoce: Adelasia


ALTRI CONSIGLIERI

Ministro per la cultura: Morghena
Ministro per l'attuazione del Decreto sui lavori del Consiglio: Nessuno


CONSIGLIERI ESTERNI

Perlesvaus - Consigliere per i rapporti con la Chiesa

Tancredi - Conestabile


DIPLOMAZIA

Gran Ciambellano: Eleinad


Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Ser.Bartolomeo

avatar

Maschio
Numero di messaggi : 55
Data d'iscrizione : 20.01.10

MessaggioTitolo: Re: Notizie da Milano Dom 18 Apr - 11:44:40

Pierre_von_kolspinne ha scritto:
Citazione :

A tous présent et à venir salut !

Nous Haut Commandement impérial, sous l'autorité des duchesse de Savoie et de Lorraine, nous prononçons sur le sujet des affaires génoises.

Les Autorités Génoises ont mis tous les moyens en œuvre pour contrevenir aux dispositions prévues dans le traité passé entre la République de Gênes et les Duchés de Milan et Modène.

En cela nous approuvons la volonté du peuple génois qui s’est exprimé par référendum afin de revenir sur le chemin de l’honneur et qui a pour cela choisi le Saint-Empire-Romain-Germanique au détriment du soi-disant Marquisat des Alpes occidentales.

Rappelons au Doge de Gênes qu’il est tenu en cela de respecter la volonté de son peuple et les accords passés. Qui plus est lorsque ces deux derniers concordent.

Constatons que malgré tout la République de Gênes continue de lever des armées. Nous constatons également que jusqu’alors rien n’a été fait pour poursuivre les responsables de la prise de Chambéry, de même que rien n’a été fait par rapport aux exactions dont ont été victimes les habitants de la Bonne Ville de Savone.

Nous soutenons la communauté de Savone, ses héros et leur bravoure, qui jamais ne doit être oubliée et jamais ne sera oublié.

Nous soutenons l’action des Duchés de Milan et de Modène ainsi que de l’Ordre du Temple qui entendent faire respecter les accords passés.

Il est temps pour la République de Gêne de tirer un trait sur son passé et de laisser là les intérêts médiocres de son ancienne classe dirigeante qui n’a fait que la mener vers l’abyme.

Afin que celà soit su et reconnu, le revêtons de nostre scel en ce XXème jour d’Avril de l'an 1458, à Aix la Chapelle.

Pour le Saint Empire
Fort du soutient renouvelé de l'empereur.
Pierre Von Kolspinne Rosenberg Von Valendras
Prime Chancelier


Citazione :
A tutti i presenti e futuri, salve!

Noi Alto Comando Imperiale, sotto l'autorità della duchessa di Savoia, e la Lorena, ci pronunciamo sull'argomento delle imprese genovesi.

Le autorità genovesi hanno attuato tutti i mezzi per violare le disposizioni del Trattato tra la Repubblica di Genova e il Ducato di Milano e Modena.

In questo siamo d'accordo con la volontà del popolo genovese che si è espresso nel referendum per ritornare sulla strada dall'onore e che ha per ciò scelto il Santo-impero-Romano-germanico allo scapito del sedicente Marchesato delle Alpi occidentali

Ricordiamo al Doge di Genova che è tenuto in ciò di rispettare la volontà del suo popolo e gli accordi passati. Per di più quando questi due coincidono.

Constatiamo che malgrado tutto la Repubblica di Genova continua a creare degli eserciti. Constatiamo anche che fino ad ora niente è stato fatto per inseguire i responsabili della presa di Chambéry, come niente è stato fatto rispetto alle estorsioni di cui sono state vittime gli abitanti della Buona Città di Savona.

Sosteniamo la comunità di Savona, i suoi eroi ed il loro coraggio che non deve essere dimenticata mai e non sarà dimenticato mai.

Sosteniamo l'azione dei Ducati di Milano e di Modena così come dell'ordine del Tempio che intendono di fare rispettare gli accordi passati.

E 'il momento per la Repubblica di Genova, di tirare un tratto sul suo passato e mettere da parte gli interessi mediocri della sua vecchia classe dirigente, che l'ha solo portata verso l'abisso.

Affinché questa sia saputa e riconosciuta, la rivestiamo come nostra scelta in questo ventesimo giorno di aprile dell'anno 1458, ad Aix la Cappella.


Per il Santo Impero
Con il rinnovato sostegno dell'imperatore.
Pierre Von Kolspinne Rosenberg Von Valendras
Primo Cancelliere

Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: Notizie da Milano Dom 18 Apr - 12:03:19

Grazie ambasciatore
Torna in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: Notizie da Milano Dom 18 Apr - 21:58:51

Da comunicare nella vostra ambasciata di competenza, Grazie.

Citazione :
Comunicazione dal Parlamento del Regno delle Due Sicilie

Con la presente, io, Riccardo Federico D'Oria, Ciambellano Reale delle Due Sicilie,
comunico che alle 12.00 del giorno 17 del mese di Aprile dell'anno domini 1458 si sono concluse le elezioni del Re delle Due Sicilie, pertanto
sono onorato di annunciare che il V Sovrano del Regno delle Due Sicilie è


Messer Hemmet Jax della Groana, detto Hemmet_jax.


Napoli, 18 Aprile 1458
In fede
Il Ciambellano Reale
Riccardo Federico D'Oria


Torna in alto Andare in basso
Ser.Bartolomeo

avatar

Maschio
Numero di messaggi : 55
Data d'iscrizione : 20.01.10

MessaggioTitolo: Re: Notizie da Milano Lun 19 Apr - 2:57:15

Postato! Wink
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Spenkys

avatar

Femmina
Numero di messaggi : 55
Località : Terra di Lavoro
Data d'iscrizione : 23.06.09

MessaggioTitolo: Re: Notizie da Milano Lun 19 Apr - 7:52:24

Presento il Consiglio aggiornato di Terra di Lavoro, chiedo gentilmente di comunicare tali variazioni, grazie.


Citazione :



Principe: Giovanni89


Economia:

Ministro del Commercio Ilamar
Sceriffo: Khira
Ministro delle Miniere: Ketodol

Giustizia:

Giudice: Aguelito
PM: Conteberengario
Prefetto: Busdeez


Esercito:

Capitano: Elisabeththeiii
Sergente: Tinturadiodio


Comunicazione e Diplomazia:

Ciambellano:
Spenkys
Portavoce: F.Petrus


Consiglieri senza incarichi:
Scilli
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Spenkys

avatar

Femmina
Numero di messaggi : 55
Località : Terra di Lavoro
Data d'iscrizione : 23.06.09

MessaggioTitolo: Re: Notizie da Milano Mer 21 Apr - 4:03:58

Buongiorno Eccellenza,
Sua Maestà Hemmet Jak Della Groana, vorrebbe avere notizie circa gli accadimenti di Genova e conoscere la posizione ufficiale di Milano al riguardo
Qui tra le mie carte non riesco a trovar nulla in merito, quindi mi servirebbe da parte Vostra un quadro chiaro sulla situazione.
Aspetto Vostre nuove che illuminino le nostre conoscenze.
Grazie,
Saluti.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Ser.Bartolomeo

avatar

Maschio
Numero di messaggi : 55
Data d'iscrizione : 20.01.10

MessaggioTitolo: Re: Notizie da Milano Sab 24 Apr - 12:50:27

Quarion ha scritto:
Citazione :
Addì,20 Aprile 1458

Alle genti italiche,
ai popoli coinvolti dal conflitto.


Come da richiesta dei membri partecipanti al Tavolo, la Santa Chiesa Aristotelica, attraverso la Nunziatura Apostolica, si fa garante della nuova tregua qui di seguito siglata dagli stati coinvolti nel conflitto. Nel particolare, la Repubblica di Genova, il Ducato di Milano, il Ducato di Modena e la Serenissima Repubblica di Venezia.

Tale tregua è esplicitata nei seguenti punti, e ci si atterrà strettamente al principio "Quod lex voluit, dixit". Essa sarà valida a partire da questo momento sino all'ora Quarta del giorno 28 Aprile 1458.

  • E' fatto divieto assoluto di compiere azioni militari aggressive nei confronti di uno stato stipulante la presente.
  • Per "azioni militari aggressive" si intendono solo ed esclusivamente: movimenti in territorio nemico (i confini sono quelli odierni) non autorizzati; attacchi alle armate nemiche; occupazione di territori non propri; annessione di territori non propri.
  • Sono concessi spostamenti militari interni al proprio paese. I confini sono quelli odierni.
  • Se in data odierna sono già state ordinate azioni militari aggressive, è tassativo comunicarlo al Tavolo di Mediazione entro sette ore dalla pubblicazione di questo documento. Nel caso i partecipanti non siano informati entro questo periodo, in particolare la parte che subisce l'azione, si tratterà di violazione della tregua.
  • Altrettanto, si tratterà di violazione anche qualora l'azione militare aggressiva sia ordinata nelle sette ore seguenti la pubblicazione di questo documento, anche se comunicata.


Coloro che non rispetteranno in tutto e per tutto quanto scritto precedentemente saranno condannati severamente dalla Santa Chiesa Aristotelica, dannandosi alle fiamme infernali per l'eternità.
Onta e disonore ricadranno sui violatori di questa tregua, tutto il mondo conoscerà quanto avranno compiuto, e tutto il mondo ne sarà indignato.

Che l'Onnipotente possa guidare i nostri passi.

In fede,


Erazmus Ciolek Witelo della RovereDoge della Superba Repubblica di Genova


Maria Jolanda Stibbert
Duchessa di Milano
Baronessa di Bellusco


Andrea Raffaele Carafa della Spina
Duca di Modena
Conte di Correggio


Fly91 della Carmagnola
Doge della Serenissima Repubblica di Venezia


S.E. Mons. Raniero Borgia detto "Quarion"
Vice Primate del CESE
Arcivescovo Metropolita di Pisa
Segretario Apostolico
Missus Inquisitionis
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Ser.Bartolomeo

avatar

Maschio
Numero di messaggi : 55
Data d'iscrizione : 20.01.10

MessaggioTitolo: Re: Notizie da Milano Sab 24 Apr - 12:51:43

E questi sono gli auguri per il nostro Re!
Citazione :
A Sua Maestà Hemmet Jax della Groana, Re delle Due Sicilie

Altezza quest'oggi l' ambasciatore Ser.Bartolomeo ci ha informato della Vostra recente nomina.

Il Ducato di Milano, la Duchessa Maria Jolanda Stibbert, Baronessa di Bellusco e la mia persona, si complimentano con Voi e Vi porgono i migliori auguri per un buon governo.

Certi del solido legame di amicizia che lega i nostri popoli e le nostre terre.

Massimiliano Eleinad Ridolfi
Gran Ciambellano di Milano


Castello Sforzesco li, 19 Aprile 1458
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Spenkys

avatar

Femmina
Numero di messaggi : 55
Località : Terra di Lavoro
Data d'iscrizione : 23.06.09

MessaggioTitolo: Re: Notizie da Milano Lun 26 Apr - 1:52:54

Eccellenza voglio ringraziarVi per la Vostra disponibilità e il lavoro impeccabile.
Ho consegnato tutto nelle mani del Re, presto avrete una nostra risposta.
Saluti
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Spenkys

avatar

Femmina
Numero di messaggi : 55
Località : Terra di Lavoro
Data d'iscrizione : 23.06.09

MessaggioTitolo: Re: Notizie da Milano Mar 27 Apr - 5:20:50

Eccellenza, con piacere Vi chiedo di consegnare questa a chi di dovere.
Vi ringrazio in anticipo^^

Citazione :
Al Ducato di Milano;
A sua Altezza la Duchessa di Milano Maria Jolanda Stibbert, Baronessa di Bellusco;
Al Gran Ciambellano di Milano Massimiliano Eleinad Ridolfi.

Sua Maestà Il Re delle Due Sicilie Hemmet Jak della Groana, accoglie con piacere le Vostre parole d'augurio.
Ringraziamo auspicando ad un futuro di collaborazione reciproca e proficua, sicuri dell'amicizia e la stima che ci uniscono.

Eleonora Spenkys Lancaster
Ciambellano Reale delle Due Sicilie


Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Ser.Bartolomeo

avatar

Maschio
Numero di messaggi : 55
Data d'iscrizione : 20.01.10

MessaggioTitolo: Re: Notizie da Milano Mer 28 Apr - 8:57:29

Fatto stamattina ma avevo dimenticato di postare per conferma! Very Happy
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Spenkys

avatar

Femmina
Numero di messaggi : 55
Località : Terra di Lavoro
Data d'iscrizione : 23.06.09

MessaggioTitolo: Re: Notizie da Milano Gio 29 Apr - 22:23:19

Grazie^^
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Ser.Bartolomeo

avatar

Maschio
Numero di messaggi : 55
Data d'iscrizione : 20.01.10

MessaggioTitolo: Re: Notizie da Milano Lun 17 Mag - 4:17:23

Quando posterete il consiglio di Tdl?
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Clod93



Maschio
Numero di messaggi : 49
Data d'iscrizione : 18.05.10

MessaggioTitolo: Re: Notizie da Milano Mar 18 Mag - 10:43:42

Proprio ora messere.


In qualità di Ciambellano, presento il Consiglio aggiornato di Terra di Lavoro e chiedo gentilmente la comunicazione di tali variazioni, grazie.


Citazione :



Principe: F.petrus


Economia:

Ministro del Commercio Reluti95
Sceriffo: Aster_x
Ministro delle Miniere e delle Grandi Opere: Busdeez

Giustizia:

Giudice: Maiyra
PM: Peppeilgrande
Prefetto: Boianto


Esercito:

Capitano: Artemius
Sergente: Riccardoelio


Comunicazione e Diplomazia:

Ciambellano:
Clod93
Portavoce: Elo76


Consiglieri senza incarichi:
Ult1926ras
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Ser.Bartolomeo

avatar

Maschio
Numero di messaggi : 55
Data d'iscrizione : 20.01.10

MessaggioTitolo: Re: Notizie da Milano Ven 4 Giu - 1:58:08

Citazione :




Duchessa: Mariaiolanda


GIUSTIZIA

Giudice: Invisibile
Pubblico Ministero: Matticnohs
Prefetto: Sulana


ECONOMIA

Ministro del Commercio: Stormhawk
Sceriffo: Fahellas
Ministro delle Miniere: Adelasia


ESERCITO

Capitano: Reminder
Sergente: Brixia


COMUNICAZIONE

Portavoce: Ofiuco85


ALTRI CONSIGLIERI

Ministro per la cultura: Bloom.74
Ministro per la Programmazione Economica: Nessuno


CONSIGLIERI ESTERNI

Perlesvaus - Consigliere per i rapporti con la Chiesa

Tancredi - Conestabile


DIPLOMAZIA

Gran Ciambellano: Eleinad


Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Elisabetta Maria

avatar

Femmina
Numero di messaggi : 1517
Data d'iscrizione : 04.03.09

MessaggioTitolo: Re: Notizie da Milano Ven 4 Giu - 6:17:18

Grazie ^^

_________________
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://palazzoreale.forumattivo.com
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Notizie da Milano

Torna in alto Andare in basso
 
Notizie da Milano
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Torna in alto 
Pagina 3 di 7Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Seguente
 Argomenti simili
-
» Domani sfratto esecutivo :-)
» Milano s.Rita
» mi consigliate un posto carino e romantico vicino a Milano?
» MILANO - SAN RAFFAELE
» MILANO - Mangiagalli-Regina Elena

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Palazzo Reale di Napoli :: Milano-
Vai verso: